Teatro Galli, al via la prevendita per la nuova stagione

Si apre il 30 ottobre il sipario sulla seconda stagione di prosa del nuovo Teatro Galli di Rimini, riaperto un anno fa dopo uno 'stop' di 75 anni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

RIMINI – Da Umberto Orsini a Lino Guanciale, da Falstaff a Churchill. Si alzerà il 30 ottobre il sipario sulla seconda stagione di prosa del nuovo Teatro Galli di Rimini, un percorso “tra grandi classici della letteratura, nuove produzioni e testi contemporanei”. E in questi giorni, fa sapere il Comune, è scattata la prevendita per gli spettacoli della prima parte del cartellone.

A Rimini riapre il teatro Galli, luogo simbolo della città. Il racconto degli ultimi 30 anni

Nel dettaglio, i biglietti per gli appuntamenti di ottobre, novembre, dicembre e gennaio (turni ABC e turno D, e spettacoli fuori abbonamento) saranno in vendita alla biglietteria del Teatro dalle 10 alle 14. Alle 9.30 saranno distribuiti i tagliandi numerati per regolamentare l’ordine della fila, e ogni persona potrà acquistare un massimo di due biglietti per ogni spettacolo. Alle 12, invece, si aprirà la vendita online attraverso il canale Siticket, accessibile dalla sezione ‘Biglietteria online’ del sito www.teatrogalli.it, mentre si potrà acquistare solo in biglietteria il carnet ‘Formula tre, valido per tre spettacoli diversi a scelta nei turni ABC e D, con posti assegnati nei palchi laterali (prime e seconde file) o in alcuni palchi centrali (seconde file).

Tra i titoli in cartellone, ricorda l’amministrazione, ci sono “‘Il nipote di Wittgenstein. Storia di un’amicizia‘ (30 ottobre), con Umberto Orsini; ‘Se questo è un uomo‘ (2 e 3 novembre) nel centenario della nascita di Primo Levi; ‘La scuola delle mogli‘ di Moliere (4 dicembre); ‘Winston vs. Churchill’ (17 dicembre) con Giuseppe Battiston; ‘Falstaff e il suo Servo‘ (20, 21 e 22 dicembre) e ‘After Miss Julie’ (7, 8 e 9 gennaio) con Gabriella Pession e Lino Guanciale”. La biglietteria è aperta da martedì a sabato dalle 10 alle 14, e martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17.30, e può essere contattata allo 0541-793811 o scrivendo a [email protected]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

30 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»