Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Di Maio: “Da Pd e FI terrorismo mediatico per far aumentare lo spread”

Renzi: "Terrorismo è quello delle Br"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA -“Il Pd e Forza Italia non riescono a fare un’opposizione politica e quindi con i loro giornali creano terrorismo mediatico per far schizzare lo spread sperando in un altro colpo di stato finanziario: sono degli irresponsabili nemici dell’Italia. Ma nonostante il loro cinico impegno lo spread non è schizzato perchè gli investitori tutto questo lo sanno. In Italia c’è un governo forte, compatto e destinato a durare che ha il consenso popolare più alto d’Europa e che fa gli interessi del Paese”. Cosi’ Luigi Di Maio in un post sul blog intitolato ‘I nemici dell’Italia’.

RENZI: DI MAIO CIALTRONE, TERRORISMO È QUELLO DELLE BR

“Di Maio deve giustificare il flop della manovra di bilancio e parla di terrorismo mediatico. Andiamo con ordine Gigino: quella dei media si chiama informazione. Il terrorismo è quello dei brigatisti e degli estremisti. La tua invece si chiama solo cialtronaggine #PiazzadelPopolo”. Lo scrive su twitter Matteo Renzi (Pd).

CARFAGNA: ANNUNCI DI MAIO VERO TERRORISMO MEDIATICO

“Terrorismo mediatico? Luigi Di Maio eviti di scomodare cose troppo serie e guardi piuttosto agli esiti sconfortanti dei suoi provvedimenti, ai licenziamenti dovuti al Decreto Dignità. Ad agitare i mercati non sono i rilievi delle opposizioni, ma i propositi devastanti della maggioranza e le immagini stucchevoli di metà governo che festeggia sul balcone della Presidenza del Consiglio l’aumento del debito pubblico. Vuole fare qualcosa per mettere al riparo l’Italia e i risparmi degli italiani? Faccia sue le numerose proposte che noi di Forza Italia abbiamo depositato, finalizzate a migliorare un Def sbagliato, pericoloso e nemico del lavoro”. Così Mara Carfagna, vice presidente della Camera e deputato di Forza Italia, in una nota.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»