Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Morani: “Muraro a braccetto per anni coi boss, ma è tutto bello”

"Al di là delle questioni penali su cui sarà la magistratura a decidere"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

raggi2

ROMA – “Muraro è andata a braccetto per anni con i boss di Mafia Capitale Panzironi e Fiscon però è tutto bello, bellissimo”. Così in un tweet la Vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera, Alessia Morani, con allegato l’articolo di oggi del ‘Corriere della Sera’ dal titolo: “Muraro indagata, le trenta telefonate. Così agiva da dirigente dell’Ama”.

ESPOSITO: VICENDA MURARO, OPACITA’ E NON CREDIBILITÀ RAGGI

“Al di là delle questioni penali su cui sarà la magistratura a decidere il fatto che l’assessore Muraro risulti coinvolta in una seconda indagine rende ancora più evidente la scarsa credibilità politica della giunta e del sindaco Raggi. E’ del tutto evidente che la Muraro non era un personaggio marginale, ma uno snodo centrale nella precedente gestione dei rifiuti romani. Continua, ed è ormai la cifra della gestione grillina a Roma quella opacità che è l’esatto contrario della tanto evocata trasparenza. Una opacità resa ancora ancora più inquietante dal disastro organizzativo di una giunta che giorno dopo giorno si sta praticamente disintegrando di fronte ad una Capitale che ha bisogno di essere governata per evitare default e commissari amento”. Così Stefano Esposito, senatore Pd ed ex assessore al comune di Roma, commenta le ultime vicende che riguardano la giunta capitolina.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»