La minaccia di Di Maio: “Conte bis? Solo se c’è convergenza sul nostro programma”

Il leader dei 5 Stelle: "Non stiamo al governo per vivacchiare, se non ci sarà convergenza sul nostro programma si torna al voto"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Oggi il presidente incaricato Conte potrebbe dar vita a un altro governo, il Conte bis. Uso il condizionale perché in qualità di capo politico del M5S sono e siamo stati molto chiari: o siamo d’accordo a realizzare i punti del nostro programma o non si va avanti. Non è questo l’approccio del Movimento, fare un governo solo per vivacchiare non è nei nostri valori”. Lo ha detto il capo politico del M5S, Luigi Di Maio, al termine delle consultazioni con il presidente incaricato Giuseppe Conte.

“Conte- aggiunge Di Maio- è un presidente che, come M5S, abbiamo sempre considerato super partes e che abbiamo fortemente voluto per l’eccellente lavoro svolto negli ultimi 14 mesi”.

“I nostri punti di programma sono chiari- aggiunge ancora Di Maio- se entreranno nel programma di governo allora si potrà partire, altrimenti sarà meglio tornare al voto e aggiungo il prima possibile”.

DI MAIO: TAGLIO PARLAMENTARI PRIORITÀ, CI VOGLIONO 2 ORE DI LAVORO

Il taglio dei parlamentari, continua Di Maio, è “una nostra priorità, mancano due ore di lavoro in parlamento” e si può fare “alla ripresa” dei lavori.

DI MAIO: NON HA SENSO PARLARE DI MODIFICHE A DL SICUREZZA

“Non ha alcun senso- dice ancora Di Maio- parlare di modifiche ai decreti sicurezza, vanno assolutamente tenute in considerazioni le autorevoli osservazioni del capo dello Stato ma senza volerne rivedere la ratio e le linee di principio, noi non rinneghiamo questi mesi di governo”.

DI MAIO: STOP INCENERITORI E TRIVELLE, MENO RIFIUTI

“‘Ambiente’ non è slogan o mettere like ai post di Greta Thunberg, se si vuole parlare di ambiente- aggiunge il capo politico dei 5 Stelle- diciamo che si chiudono le centrali a carbone al 2025, che non si realizzano nuove inceneritori e si comincia a smantellare quelli esistenti, e che si iniziano a bloccare le trivellazioni, in particolare nel nostro splendido mare”. Sul fronte dei rifiuti M5S punta “alla riduzione dei rifiuti all’origine e serve una legge contro l’obsolescenza programmata”.

DI MAIO: PRONTO DECRETO REVOCA CONCESSIONI AUTOSTRADALI

“Dobbiamo rendere giustizia alle 43 vittime della tragedia del ponte Morandi e alle loro famiglie. Avevamo pronto il decreto per iniziare la revoca delle concessioni autostradali e va fatto il prima possibile”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

30 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»