Governo, lo stop di Silvestri (M5s): “Conte protagonista? Ognuno lo sarà nei suoi ruoli”

"Per noi il capo politico è Luigi Di Maio". Il vicepremier? Presto per parlarne. Così il vicecapogruppo del M5S alla Camera
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Se il protagonista del nuovo esecutivo sarà Conte? Ognuno sarà protagonista per i suoi ruoli. Per la politica del M5S il protagonista è il capo politico Luigi Di Maio, sulle competenze del premier invece è Conte”. Lo ha detto il vicecapogruppo del M5S alla Camera, Francesco Silvestri, arrivando a Montecitorio, dove è in corso la seconda giornata di consultazioni del premier Conte. L’affermazione di Silvestri è una risposta all’ipotesi, che si fa strada tra i rumors e le ricostruzioni giornalistiche, sul fatto che Conte potrebbe ambire a scegliere una propria squadra di governo, rendendosi autonomo anche dal M5s. 

“RUOLO VICEPREMIER? ANCORA NON È MOMENTO DI PARLARNE”

“Il ruolo di vicepremier? Non è ora il momento di parlarne”. Lo ha detto il vicecapogruppo del M5S alla Camera, Francesco Silvestri, arrivando a Montecitorio.

“NOMI CONTANO QUANDO CI SONO CORRENTI, NON È CASO M5S”

“La durata del governo dipende da tanti fattori. Ora è il momento del contenuto, poi verranno i contenitori. Finché non capisci cosa puoi fare è inutile fare altri discorsi. Bisogna tenere conto della sensibilità di chi vuole sentire le soluzioni e non chi le applica: questo cambia quando ci sono tante correnti, quindi nel caso del M5S il discorso è marginale”. Lo ha detto il vicecapogruppo del M5S alla Camera, Francesco Silvestri, arrivando a Montecitorio.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

30 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»