Migranti, Salvini: Basta no da Ue, finiti i bonus faremo da soli

Il ministro dell'interno contro la Ue: "Fatte tante proposte, ma sono arrivati solo dei no"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sulla missione ‘Sophia’ “abbiamo chiesto la condivisione dei porti, se arriverà un ennesimo no siamo pronti a valutare se continuare a spendere fondi che sulla carta sono per una missione internazionale, ma in realtà gli oneri sono solo per 60 milioni di italiani”. Matteo Salvini, vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno, lo dice in diretta Facebook sulla sua pagina personale da Venezia, dove si trova per la sottoscrizione del protocollo di legalità per la Pedemontana Veneta.

“Noi stiamo facendo un sacco di proposte all’Europa, ma abbiamo ricevuto una sequela di no, da Macron e tutti gli altri. Finiti i bonus dei no faremo da soli”, conclude.

Leggi anche: Migranti, Salvini: “40mila respingimenti alle frontiere, Macron taccia”

“Reato a Ue? Reato non esiste ma lo rivendico”

“Scopro di avere un altro capo di imputazione: ricatto all’Unione europea, un reato che neanche sapevo esistesse. Stanno modificando il codice penale a uso e consumo del ministro dell’Interno. Se è così rivendico di aver bonariamente ricattato l’Unione europea, mi autodenuncio”, dice Salvini.

“Se scappi da guerra non scegli villaggio vacanze”

“I migranti non devono dare l’assenso per la loro destinazione, questo mi pare un concetto bizzarro. Se scappi da una guerra non ti scegli il villaggio vacanze. Se Bruxelles condividerà la nostra scelta bene, altrimenti andiamo avanti lo stesso”, dice ancora il ministro dell’Interno da Venezia.

Leggi anche:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»