Pil, Fortuna (Unicusano): “Bene Moody’s, tutti certificano trend positivo”

"Speriamo non sia solo una voce isolata, anche se di una certa importanza"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – “E’ un dato estremamente positivo: non si potrà più dire che esiste difformità di vedute tra fonti nazionali e internazionali, ma tutti certificano che il Pil italiano ha delle prospettive per il 2017 notevolmente superiori alle aspettative”. A dirlo è il rettore dell’Università Niccolò Cusano, Fabio Fortuna, commentando la revisione dell’agenzia di rating Moody’s sulle stime per il 2017 del Prodotto interno lordo italiano, oltre che le previsioni per il prossimo anno che passano dall’1% all’1,3%.

Nelle scorse settimane avevano corretto le proprie previsioni anche Fmi, Banca d’Italia, Istat, Confindustria e Ufficio Parlamentare di Bilancio. Quindi “è giusto che anche Moody’s metta in risalto questa notizia- spiega Fortuna ai microfoni di Radio Cusano Campus- Noi abbiamo difeso questi dati anche in tempi non sospetti, perché eravamo convinti della loro attendibilità”.

Oltretutto, si tratta della “prima volta in cui non c’è una previsione di decrescita per il futuro. Speriamo non sia solo una voce isolata, anche se di una certa importanza”. Insomma, conclude Fortuna, “non abbandoniamoci al trionfalismo ma le cose vanno molto meglio” per il nostro Paese.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»