Shoah, sindaco Predappio premiato per antifascismo

Giorgio Frassineti riceverà dall'Austria il premio internazionale alla memoria dell'Olocausto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Predappio_municipio

BOLOGNA – Nella città dove il fascismo è nato, arriva domani il premio internazionale alla memoria dell’Olocausto, riservato a chi si dà da fare sul fronte della ricerca sui temi di nazionalsocialismo o fascismo. Sarà conferito a Giorgio Frassineti, primo cittadino della città che ha dato i natali al duce Benito Mussolini (Predappio appunto), che secondo l’associazione ‘Servizio civile austriaco’ se lo merita. Il riconoscimento internazionale in questione, l’Ahma (Austrian Holocaust Memorial Award), esiste dal 2006 e quella di quest’anno è l’11esima edizione. La cerimonia di consegna si terrà alle 16 nel Teatro Comunale di Predappio. A scegliere l’Italia e Predappio è stata dell’associazione “Oesterreichischer Auslandsdienst – Servizio civile austriaco all’estero“, che dal 2006 tiene vivo il ricordo dell’Olocausto e premia chi fa ricerca sul fascismo.

“BENE IL CENTRO DI DOCUMENTAZIONE SUL 900”

giorgio_frassineti_sindaco_predappio
Giorgio Frassineti

E’ la prima volta, in 11 anni, che il premio Ahma arriva in Italia: al sindaco di Predappio, in particolare, viene riconosciuta la volontà di creare un Centro di documentazione del Novecento (che nel Comune forlivese è appunto in fase di realizzazione) per portare avanti una “visione obiettiva della storia e dell’Olocausto. L’incontro ufficiale, domani, sarà moderato da Felix Hafner e verrà aperto dalla presentazione dell’associazione Servizio civile austriaco all’estero e del lavoro svolto in Italia, con lettura del messaggio augurale del presidente austriaco Heinz Fischer e del ministro per i beni sociali, Alois Stoeger. Poi il discorso onorario di Alberto De Bernardi, professore di Storia contemporanea dell’Ateneo di Bologna, e la consegna del premio da parte di Andreas Maislinger, storico e politologo austriaco, fondatore di questa organizzazione che ha il compito di tenere sempre vivo il ricordo dell’Olocausto. A parlare per ultimo sarà proprio il sindaco Frassineti.

L’evento di domani si colloca nell’ambito dell’undicesima edizione de “I Tre Giorni del Sangiovese” in programma dall’1 al 4 settembre, kermesse all’insegna del bere bene con i grandi vini dell’Associazione per la promozione del Sangiovese di Predappio e con concerti di musica jazz, classica e popolare, stand gastronomici e prelibatezze regionali. Per l’occasione sarà offerto anche un programma aggiuntivo di visite ad alcune città dell’Emilia-Romagna a cura dell’associazione per il Servizio Civile Austriaco all’estero, realizzate in collaborazione con il Comune di Predappio.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»