Il progetto dello Stadio della Roma arriva negli uffici della Regione. Ma manca il parere di conformità

A quanto apprende l'agenzia stampa Dire manca l’espressione del parere di conformità alla delibera votata dal Consiglio comunale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

stadio_roma

ROMA  – Il progetto del nuovo stadio della Roma è appena arrivato in Regione. Il Campidoglio lo ha inviato pochi minuti fa. E’ quanto apprende l’agenzia stampa Dire.

REGIONE: DA COMUNE MANCA CONFORMITÀ A PUBBLICA UTILITÀ

Il Comune di Roma Capitale “ha trasmesso il progetto del nuovo Stadio della Roma presentato dalla Società Euronova il 30/5/2016. Nella nota di presentazione del progetto manca l’espressione del parere di conformità alla delibera votata dal Consiglio comunale con la quale si dichiarava la pubblica utilità dell’opera e si evidenzia esclusivamente il permanere di alcune carenze di documenti/elaborati. Nella nota di accompagno al progetto, a firma del Direttore del Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica di Roma Capitale e a seguito del lavoro svolto dal gruppo interdipartimentale, sono allegate inoltre, le relazioni dei dipartimenti interessati. Nei prossimi giorni gli Uffici della Regione esamineranno l’intera documentazione pervenuta”. Lo rende noto in un comunicato la Regione Lazio.

REGIONE NON APRE CONFERENZA SENZA PARERE CONFORMITÀ

La Conferenza dei servizi sullo stadio della Roma non potrà essere aperta senza l’invio da parte del Comune del parere di conformità. E’ quanto apprende l’agenzia stampa Dire. L’iter in Regione rischia dunque di fermarsi prima ancora di iniziare. I tecnici di Via Cristoforo Colombo hanno ora 5 giorni di tempo per esaminare tutti i documenti che compongono l’intero progetto appena inviato dal Campidoglio. Ma la Conferenza dei servizi non potrà essere aperta senza l’arrivo del parere di conformità, la cui assenza è stata segnalata dalla Regione con una nota. A quanto si apprende, dunque, la Regione a breve si attiverà con il Comune per chiedere di fornire il parere di conformità in modo da poter aprire l’iter, che durerà circa 6 mesi. Conferenza che comunque non potrà essere chiusa senza il voto finale dell’Aula Giulio Cesare sulla variante urbanistica legata al progetto, ed in particolare alla realizzazione del centro direzionale che affiancherà la nuova ‘casa’ dei giallorossi. Senza quel voto la Conferenza non potrà chiudersi e le ruspe resteranno ferme.

LEGGI ANCHE

Stadio della Roma, Pallotta: “Speriamo di iniziare i lavori a marzo”

Stadio Roma, Atac dice no al prolungamento della metro B

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»