hamburger menu

La sindaca di Riccione ‘fa il bagno’: “Il nostro mare è pulito”

Revocato ieri il divieto di balneazione. Con la prima cittadina anche le categorie economiche: "Qui l'acqua è limpida"

30-07-2022 14:53
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

RICCIONE – “Il nostro mare è pulito”. Questo il messaggio che hanno voluto lanciare questa mattina tutte le categorie economiche di Riccione che insieme alla sindaca Daniela Angelini sono andate in riva al mare per realizzare una foto con i piedi in acqua.

“Vogliamo rassicurare i turisti e cittadini che il nostro mare è pulito. Ieri ho revocato il divieto di balneazione che aveva interessato cinque zone del nostro Comune. Dopo i controlli di ieri è emerso infatti che i valori sui batteri sono tornati nella norma. Le analisi sulle acque di balneazione ripetute da Arpae hanno dato un esito di sicurezza”, assicura Angelini. “Tutti gli indicatori sono rientrati nella norma e l’estate, le vacanze, possono proseguire senza preoccupazioni. Da ieri pomeriggio la balneazione è tornata possibile a Riccione così come su tutta la costa romagnola”, ha aggiunto.

LEGGI ANCHE: In Romagna il mare è color ruggine ma niente paura, è colpa di un’alga

Oggi, insieme alla sindaca sono scesi in campo tutte le categorie economiche della città: da Federalberghi Riccione a Confesercenti, da Confcommercio alla Cooperativa Bagnini, da Confartigianato alla Cna. “Abbiamo deciso di tornare in spiaggia tutti insieme, come testimoni e fare una foto – hanno spiegato – vogliamo lanciare un messaggio per rassicurare i nostri ospiti che il nostro mare è limpido e pulito. Aspettiamo tutti per fare un bel bagno a Riccione”.

Sindaca e categorie economiche riguardo ai motivi dello sforamento dei parametri normativi che hanno portato a dover emettere l’ordinanza di divieto di balneazione ribadiscono l’importanza da parte degli enti preposti di approfondire scientificamente le cause che hanno portato ad eventi improvvisi come questo, senza tralasciare nessuna ipotesi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-30T14:53:11+02:00