Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tokyo2020, la giornata degli azzurri: Boari storica e Tamberi in finale, Panziera fuori a sorpresa

gianmarco_tamberi
Soddisfazioni e speranze dal nuoto in una giornata che regala uno storico bronzo al medagliere italiano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

TOKYO – Di poco ma si muove. L’Italia ritocca a quota 20 il medagliere di Tokyo 2020 grazie alla storica medaglia di bronzo di Lucilla Boari, prima donna del tiro con l’arco a salire sul podio in una gara olimpica. In evidenza il debutto dell’atletica con Gianmarco Tamberi, che conquista la finale dell’alto in programma domenica saltando a 2,28, ma sono tanti gli azzurri che regalano soddisfazioni. Ahmed Abdelwahed e Ala Zoghlami accedono alla finale dei 3000 siepi (fuori il gemello Osama Zoghlami). Elena Bello accede alle semifinali degli 800 metri correndo in 2’01″07, tempo utile per il ripescaggio.

Nel disco niente da fare per Giovanni Faloci: il 57,33 vale il quattordicesimo posto nel gruppo, e purtroppo solo il ventinovesimo complessivo. Si qualifica alla semifinale dei 400hs Alessandro Sibilio in 49.11. Anna Bongiorni con 11.35 si piazza terza e ottiene l’accesso diretto alla semifinale dei 100 metri. Eliminata Vittoria Fontana in 11.53. Nei 5000 metri Nadia Battocletti si è qualificata per la finale con l’11esimo tempo (14’55″83, personal best). Dariya Derkach nel salto triplo ha chiuso al 21esimo posto (13.90 m). Nei 10.000 metri Yeman Crippa ha tagliato il traguardo all’undicesimo posto con il tempo di 27’54″05. La staffetta 4×400 mista con Edoardo Scotti, Alice Mangione, Rebecca Borga, Vladimir Aceti non si è qualificata per la finale per soli 22 centesimi (3’13″51).

Altra delusione arriva invece dalla scherma. L’Italia della sciabola interrompe subito ai quarti il proprio cammino, cedendo alla Russia. Gli azzurri Marco Fichera, Enrico Garozzo e Andrea Santarelli, con in pedana anche Gabriele Cimini, sono stati poi battuti anche dall’Ucraina per 45-39 concludendo la prova a squadre al settimo posto grazie al successo per 36 a 34 sulla Svizzera.

La giornata del nuoto all’Aquatics Centre regala gioie e tante speranze verso le finali, cui però fa da contraltare l’amarezza per Margherita Panziera. L’azzurra è stata eliminata nella semifinale dei 200 dorso, chiudendo con il nono tempo. Sensazioni positive per Gregorio Paltrinieri, che ha conquistato l’accesso alla finale dei 1500 metri con il 4 tempo complessivo (14’49″17) mentre Domenico Acerenza ha concluso al nono posto (14’53″84).

La staffetta 4×100 misti femminile, con il quarto tempo di giornata, (3’55″79) si è qualificata per la finale. La staffetta maschile, invece, passa in finale con il migliore tempo (3’30″02). Infine, nei 50 sl Lorenzo Zazzeri si qualifica in semifinale con il nono tempo di giornata (21″86), mentre è fuori Santo Condorelli, 19esimo (22″14).

Nel canottaggio l’azzurro Gennaro Di Mauro, impegnato nel singolo maschile, ha chiuso all’ottavo posto, mentre nel pugilato si interrompe agli ottavi il cammino di Rebecca Nicoli nella categoria -60 kg. L’azzurra e stata sconfitta 5-0 dall’irlandese Kellie Anne Harrington.

Nel golf entrambi gli azzurri hanno potuto completare il giro delle 18 buche prima dell’interruzione per maltempo. Guido Migliozzi ha chiuso in 65 colpi (-6) mentre Renato Paratore in 70 (-1).

Al Kasai Canoe Slalom Centre, Giovanni de Gennaro manca la finale del K1 slalom: l’azzurro ha chiuso al 14esimo posto con 100.23. Per la vela, al termine delle dieci prove in programma, Silvia Zennaro occupa il sesto posto nella generale, a 5 punti dal terzo posto, e disputerà domenica primo agosto la Medal Race. Salgono in nona posizione Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò nel 470 maschile mentre si attestano al decimo posto Elena Berta e Bianca Caruso nel 470 femminile.

Negli sport equestri Vittoria Panizzon in sella a Super Cillious è la prima delle tre azzurre dell’Italia Team di Concorso Completo ad entrare nel rettangolo dell’Equestrian Park. L’amazzone italiana ha concluso la sua prova con 38.70 punti negativi. Fuori due delle tre coppie di beach volley: senza Carambula-Rossi e Menegatti-Orsi Toth, restano in gara Paolo Nicolai e Daniele Lupo, con tre vittorie su tre. Per la pallavolo, terzo successo su quattro partite per l’Italvolley di Gianlorenzo Blengini, che ha sconfitto l’Iran 3-1 (30-28, 25-21, 21-25, 25-21) e accede ai quarti di finale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»