VIDEO | FOTO | A Genova i primi passi sul nuovo ponte in attesa dell’inaugurazione

Il 3 agosto ci sarà l'inaugurazione ufficiale col presidente Mattarella, intanto primi passi sul nuovo ponte San Giorgio per i giornalisti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print























Previous
Next

GENOVA – Il passo è incerto, tremolante. Quasi rispettoso di quei 1067 metri di asfalto nuovo, fumante. O, meglio, di quello che rappresentano da quel maledetto 14 agosto 2018. Sul nuovo ponte Genova San Giorgio, finora, hanno messo piede solo gli addetti ai lavori. Oggi, tocca ai primi giornalisti mentre fervono gli ultimi ritocchi, in attesa del taglio del nastro lunedì prossimo 3 agosto, alla presenza del capo dello Stato, Sergio Mattarella, la cui auto sarà ufficialmente la prima a percorrere il nuovo viadotto autostradale sul Polcevera.

Ci sono i cartelli, ci sono le strisce, c’è il sudore dei 1.200 lavoratori che da dicembre 2018 si sono prodigati, giorno e notte, senza sosta, per demolire quello che rimaneva del vecchio ponte Morandi e realizzare quel “rattoppo” che torna a unire le autostrade del nodo di Genova, disegnato da Renzo Piano a forma di nave e messo insieme da Fincantieri e Salini Impregilo, con la guida del Rina. Non ci sono più le 43 persone che quel maledetto 14 agosto hanno perso la vita.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Genova, iniziata la stesura dell’asfalto sul nuovo ponte

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»