fbpx

Tg Cultura, edizione del 30 luglio 2020

MAXI DONAZIONE DI CENTINAIA DI CAPOLAVORI AGLI UFFIZI

Un tesoro di 455 opere d’arte, tra dipinti, sculture e disegni dal ‘500 al ventunesimo secolo, con capolavori del Tribolo, Jacopo Vignali, Giovanni Battista Foggini, Ingres, Pio Fedi, Giuseppe Bezzuoli, e lo straordinario San Giovannino del Rosso Fiorentino, ultimo quadro del genio manierista fino a oggi in mani private. Grazie al suo allievo ed erede universale Lorenzo Gnocchi, entra a far parte del patrimonio degli Uffizi la straordinaria collezione di Carlo del Bravo, professore di storia dell’arte all’Università di Firenze e studioso di fama internazionale. “E’ una delle più importanti e consistenti donazioni ai musei fiorentini dal secondo dopoguerra, ringraziamo profondamente Del Bravo e il suo erede Lorenzo Gnocchi”, ha detto il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt.

IL JAZZ ITALIANO TORNA NELLE TERRE COLPITE DAL SISMA


Il jazz italiano torna nelle terre colpite dal terremoto con una edizione che nell’anno del Covid-19 rafforza l’impegno a favore di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. Il progetto, organizzato dalla Federazione nazionale Il jazz italiano insieme a Mibact, Comune dell’Aquila e con il sostegno della Siae, prenderà il via il 29 agosto a Camerino, per poi dare inizio alla marcia solidale attraverso le quattro regioni. Come da tradizione, la conclusione sarà a L’Aquila il 5 e 6 settembre con due giornate piene di grandi concerti. Tra le novità di questa VI edizione, il passaggio di testimone di Paolo Fresu a una direzione artistica a tre voci che cambieranno di anno in anno.

LA 77ESIMA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA A PROVA DI COVID-19

Una mostra internazionale del Cinema a prova di Covid-19. La 77esima edizione del Festival di Venezia sarà in totale sicurezza grazie a un serrato protocollo che prevede varchi per l’accesso alla ‘zona rossa’ in cui verrà rilevata la temperatura, nessuna biglietteria fisica, ma soltanto acquisto online e il distanziamento che riguarderà anche i congiunti, per cui ci sarà sempre una sedia vuota tra due persone. “Riteniamo che questo non penalizzi il piacere di vedere film, ma consenta un accesso più rapido e controllato”, ha spiegato il presidente della Biennale, Roberto Cicutto. Tra le misure, anche proiezioni in contemporanea in più sale e, per la prima volta, due arene all’aperto che aiuteranno ad aumentare il numero degli spettatori.

CONFINDUSTRIA CULTURA CHIEDE UNA LEGGE QUADRO PER OGNI COMPARTO

Una legge quadro per ogni comparto dell’economia della cultura, così come già avvenuto per il cinema. È la proposta che il presidente di Confindustria Cultura, Innocenzo Cipolletta, ha lanciato al ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini. “Il Governo e il ministro Franceschini sono intervenuti tempestivamente per contenere gli effetti della pandemia sulla cultura- ha detto Cipolletta a margine di un incontro con il titolare del Collegio romano- Ora chiediamo uno sforzo ulteriore per risollevare il settore e scongiurare il concreto rischio che lavoratori, professionisti e imprese della cultura possano scomparire”. Confidustria Cultura ha chiesto al ministro anche una “maggiore attenzione” per l’industria musicale e le imprese dei servizi.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

30 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»