hamburger menu

Da Blanco a Carmen Consoli: a Paestum l’arte ospita i live del Maco Festival

La kermesse, per il secondo anno consecutivo, fa risuonare la musica contemporanea nei luoghi denominati patrimonio Unesco nel 2010

maco festival
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Una location mozzafiato per concerti che non sono da meno. A Paestum (Salerno) arriva il Maco Festival, la kermesse che – per il secondo anno consecutivo – fa risuonare la musica contemporanea nei luoghi denominati patrimonio Unesco nel 2010. Si parte il 2 luglio con l’attesissimo live di Blanco. Reduce da un incidente che lo ha costretto a un breve stop, il cantautore apre le danze a un’estate piena di concerti in quella che è stata intitolata Clouds Arena, uno spazio capace di contenere fino a 15mila spettatori, esteso per Blanco a una capienza di 20mila persone.

GLI ARTISTI IN CALENDARIO

In calendario Ana Mena (4 luglio), Capo Plaza (23 luglio), Carmen Consoli (27 luglio), Gué (30 luglio), Jimmy Sax (12 agosto), Coez (15 agosto) e Franco126 (19 agosto). Poi, in cartellone anche i live di Fiorello (15 e 16 luglio), Alessandro Siani (16 agosto), Ariete (22 agosto), Nino D’Angelo (23 agosto) e Rkomi (27 agosto). Per i più piccoli il 4 agosto lo spettacolo di Dinsieme. Il 29 luglio, infine, è in programma il Coca Cola Summer Festival (poi in programmazione su Canale 5) a ingresso gratuito, che vedrà esibirsi: The Kolors, Gemelli Diversi, Room 9 e Nika Paris, Follya, Vegas Jones, Sottotono, Chadia Rodriguez, Alice Merton, Elodie, Alvaro Soler, Noemi, Critical, Hanssel Delgado, Alfa, Tecla, Tropico, LDA e Berna.

IL SINDACO ALFIERI: RILANCIO PER L’INTERO TERRITORIO

Eventi per tutti i gusti ed età che oggi vengono visti dall’amministrazione della città campana come una vittoria. “Un’operazione anche di rilancio per l’intero territorio” per dimostrare che “il sud non è colpito da una maledizione” ma può ospitare grandi occasioni come quella del Maco Festival. A sottolinearlo è il sindaco di Capaccio-Paestum Franco Alfieri. “Per anni c’è stata la difficoltà nel trovare location all’aperto che potessero ospitare questi numeri, da oggi Paestum viene vista come un nuovo punto di inizio per la Campania e dove speriamo di fare altri eventi”, dichiara il direttore artistico Giuseppe Macchia. E gli fa eco Giovanni Cirone, consigliere comunale con delega per il Turismo e lo Spettacolo: “La nostra città sta investendo molto sul turismo e sull’accoglienza provando, tra l’altro, ad arricchire e differenziare l’offerta turistica di Capaccio Paestum. Il Maco Festival va proprio in questa direzione”. L’intera area del sito archeologico è stata attrezzata per agevolare gli arrivi e l’ingresso al sito. Attenzione è stata data al piano parcheggi che vede, come spiega il consigliere, il più vicino a 4 minuti di distanza dalla location. “Abbiamo individuato- continua Cirone- delle aree in prossimità dell’arena, all’uscita della tangenziale, sia da nord che da sud, e altre raggiungibili dal lato mare” che facciano da “parcheggio libero”. I biglietti per i concerti sono disponibili al sito https://linktr.ee/clouds_arena.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-30T15:13:04+02:00