Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Rifiuti Roma, ordinanza Lazio: “I Tmb di Malagrotta fino al 15 luglio smaltiranno a Viterbo”

Impianti di trattamento Saf ed Ecosystem fino al 31 luglio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  I due Tmb di Malgrotta potranno smaltire ogni giorno e fino al 15 luglio 200 tonnellate di scarti del trattamento dei rifiuti conferiti da Ama. Lo prevede un’ordinanza appena firmata dal governatore del Lazio, Nicola Zingaretti. In questo modo la municipalizzata della Capitale potrà liberare le strade dai rifiuti che si sono accumulati perché i Tmb della E. Giovi, avendo garantito uno sbocco in discarica fino a quando non entreranno a regime gli accordi con altri 5 impianti di smaltimento contrattualizzati in 6 regioni italiane, potrà continuare ad accogliere 1.250 tonnellate al giorno di immondizia tal quale raccolte da Ama. La quale potrà di nuovo contare sull’aiuto del Tmb ciociaro della SAF e del tm (impianto di trattamento meccanico che però non stabilizza la parte organica del rifiuto) della Ecosystem a Pomezia. Al primo è stata accordata la possibilità fino al 31 luglio di smaltire 240 tonnellate al giorno di scarti (di cui 100 derivanti dal trattamento dei rifiuti di Roma) nelle discariche di Viterbo (200 tonnellate al giorno) e e Civitavecchia (40 tonnellate); allo stesso modo l’impianto della Ecosystem potrà smaltire fino al 31 luglio 100 tonnellate al giorno di scarti del trattamento dei rifiuti di Roma nella discarica di Viterbo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»