Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Al Senato nessun passo avanti sul ddl Zan: resta muro contro muro Lega-Pd

famiglie-arcobaleno_gay_diritti
Non passa la richiesta del Carroccio di unire il testo a quello di Ronzulli. Martedì prossimo una nuova riunione per verificare la sintesi trovata da Ostellari
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nessun passo avanti nella riunione di maggioranza in corso alla commissione Giustizia del Senato sul ddl Zan e nessuna convergenza tra Lega e Pd.

Oggetto del contendere nuovamente la scelta di adottare il testo del deputato Pd come testo base. A mezz’ora dall’inizio la Lega chiede che il ddl Zan non sia testo base ma che ad esso venga unito il testo Ronzulli, proseguendo quindi la discussione in commissione. Opposizione dei Dem che, con la capogruppo Simona Malpezzi, chiedono si vada avanti con il ddl Zan quale testo base. La richiesta del Carroccio non passa e il testo di Alessandro Zan rimane quello di base.

Entro venerdì prossimo, 2 luglio, il presidente della commissione Andrea Ostellari (Lega) raccoglierà le proposte di modifica che giungeranno da Lega, Forza Italia e Italia viva. M5S, Pd e LeU naturalmente restano sul testo del deputato dem approvato alla Camera. Martedì 6 luglio, alle 11, prima del voto in Aula sul calendario, nuova riunione dei capigruppo della maggioranza per verificare la sintesi trovata da Ostellari. Questo l’esito della riunione di maggioranza a Palazzo Madama.

OSTELLARI: “I LAVORI PROCEDONO, ARTICOLI 1, 4 E 7 I PIÙ DISCUSSI”

“Entro venerdì attendiamo da tutti i gruppi che vorranno farne le proposte emendative, poi ci rivedremo martedì 6 alle 11 e cominceremo da lì a parlare di un’ipotesi condivisa eventualmente. Nel frattempo i lavori stanno continuando“. Andrea Ostellari, presidente della commissione Giustizia del Senato, lo dice al termine della riunione di maggioranza sul ddl Zan.

“Intanto registriamo questa linea di lavoro che portiamo avanti, martedì verificheremo”, dice Ostellari, “farò una raccolta delle varie proposte e ne parleremo tutti assieme martedì”. Per quel che riguarda i temi più discussi “oggi, fondamentalmente, sono gli articoli 1, 4 e 7 quelli più toccati“, precisa il presidente della commissione.

LEGGI ANCHE: “Ddl Zan non ci basta”, ecco la settimana transfemminista a Bologna

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»