Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Salvini: “Impensabile un’estate di sbarchi continui di migranti”

Matteo Salvini a Bologna
Il leader della Lega commenta il naufragio della notte scorsa a Lampedusa, ma anche lo sblocco dei licenziamenti e lo stop al cashback: "Sempre più contento della scelta fatta di sostenere Draghi"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – “Siamo già a più del triplo degli sbarchi rispetto all’anno scorso e nell’estate post Covid non è pensabile“. Lo dichiara il leader della Lega, Matteo Salvini, commentando da Bologna il naufragio di questa notte al largo di Lampedusa e l’arrivo sull’isola di oltre 250 migranti.

“Ricordo che da ministro ho l’orgoglio di aver dimezzato il numero dei morti. Più gente metti su barchini e barconi e nelle mani degli scafisti- aggiunge Salvini- più gente condanni a morte. Su questo con Mario Draghi sono perfettamente d’accordo e lo ringrazio per portare su tutti i tavoli internazionali il tema“.

Salvini chiama poi in causa Luciana Lamorgese. “Il ministro dell’Interno- afferma il segretario del Carroccio- faccia il ministro dell’Interno, faccia quello che fanno Francia, Spagna, Grecia, Malta, Slovenia: difenda il diritto e la legalità. Non sono pensabili un luglio ed un agosto di sbarchi continui per problemi economici, sociali e sanitari”.

“GLI IMPRENDITORI NON VOGLIONO LICENZIARE, NON TROVANO MANODOPERA”

All’intesa tra Governo e parti sociali sui licenziamenti “ci abbiamo lavorato, ieri ho ringraziato Mario Draghi personalmente per questa mediazione” spiega Salvini, rispondendo alle domande della stampa durante un’iniziativa del Carroccio a Bologna.

“Ieri ho incontrato decine di imprenditori bolognesi a cena e molti non hanno il problema di licenziare, hanno il problema che non trovano manodopera– afferma Salvini- e quindi il problema è lasciare libertà di lavoro alle imprese tutelando i settori più a rischio“, come il tessile e il commercio. “Ringrazio Draghi- aggiunge poi Salvini- anche per aver adeguato in base al costo delle materie prime il costo degli appalti pubblici, siamo sulla buona strada”.

“LO STOP AL CASHBACK È BUON SEGNO, CON DRAGHI SIAMO SULLA STRADA GIUSTA”

Aver eliminato il cashback, eliminare la lotteria degli scontrini e queste cose surreali mi sembra un altro buon segno, dando i soldi alle imprese – dichiara il leader della Lega -. Siamo sulla strada giusta, sono sempre più contento e convinto della scelta che la Lega ha fatto a sostegno di Draghi e dell’Italia”, aggiunge Salvini.

“A SETTEMBRE FAREMO LA FESTA DELLA LEGA IN MONTAGNOLA A BOLOGNA”

Festa della Lega, in settembre, alla Montagnola” a Bologna. L’annuncio arriva direttamente da Matteo Salvini, che oggi ha incontrato i militanti del Carroccio proprio nelle vicinanze del parco, sotto la scalinata del Pincio.

Sarà “un’iniziativa di restituzione alla popolazione“, dice Salvini parlando con i leghisti che lo hanno accolto al gazebo. “Non ci sono zone della città dove i bolognesi dovranno aver paura di passare- afferma poi Salvini parlando con la stampa- dalla Montagnola a piazza Verdi. Tutti devono essere liberi, uomini e donne, giorno e notte, di vivere la città“.

Il consigliere comunale Umberto Bosco aggiunge che la festa del Carroccio si terrà a inizio settembre, in concomitanza con la riapertura delle scuole: “Ci riprendiamo la Montagnola”, dichiara Bosco.

“LA SINISTRA DI BOLOGNA DÀ PER SCONTATA LA VITTORIA? SBAGLIA”

Matteo Salvini si scalda in vista delle elezioni amministrative di Bologna: “Non vedo l’ora, perché se la sinistra pensa di aver già vinto ancor prima di giocare la partita, sbaglia. Perché a Bologna c’è voglia di cambiamento, di una viabilità diversa, di una struttura commerciale diversa, di spazi per i giovani, di bellezza e sicurezza. Quindi sono convinto che Bologna possa e voglia cambiare”.

Dopo l’iniziativa di ieri in un ristorante di Corte Isolani, stamattina Salvini è tornato a parlare del voto di ottobre da via Indipendenza, a margine di un incontro con militanti e dirigenti del Carroccio mobilitati nella raccolta firme per i referendum sulla giustizia. Nel mezzo, “ho incontrato decine di imprenditori bolognesi a cena”. Un faccia a faccia, sempre ieri sera, anche con l’allenatore rossoblu Sinisa Mihajlovic: “Ci siamo fatti un whisky e abbiamo deciso la sua candidatura per Bologna“, dice Salvini riprendendo la boutade già sfornata ieri. Ma l’attesa era soprattutto per i colloqui con i possibili candidati sindaci del centrodestra: se ieri Salvini ha di fatto escluso il parlamentare Andrea Cangini (Fi), restano sul tavolo i civici Fabio Battistini e Roberto Mugavero. Il segretario leghista ribadisce che la scelta arriverà a breve, ma non scioglie le riserve. “Discontinuità e coraggio, c’era uno dei candidati alle primarie del centrosinistra che aveva questa idea: mi piace”, afferma Salvini, forse evocando Isabella Conti, sconfitta da Matteo Lepore ai gazebo.

Bologna, continua Salvini, “ha bisogno di discontinuità e coraggio. Io ho incontrato alcuni dei valorosi uomini che si sono messi a disposizione per correre come candidati sindaci in città, a breve si decide, si parte e si presenta la squadra”. Salvini assicura che per il centrodestra ci sono “tre ottimi candidati sia a Bologna che a Milano che a Napoli. Per quello che mi riguarda siamo pronti”. Intanto, “ovviamente su Bologna ho chiesto ai miei responsabili il semplice fatto che la Lega sia forza trainante del centrodestra- aggiunge Salvini- e poi ce la giochiamo a ballottaggio, questo è l’obiettivo”.

Nel frattempo, la Lega prepara il terreno con la campagna referendaria. “Ringrazio i militanti bolognesi ed emiliani perché da venerdì a domenica saremo in più di 100 piazze in Emilia, 30 solo a Bologna e provincia, per raccogliere le firme per i sei referendum sulla giustizia. Bologna– sottolinea Salvini- è la culla della più antica Università del mondo, quindi ha insegnato al mondo diritto e giustizia, penso che l’attuale assetto della magistratura e dell’ingiustizia italiana non renda merito alla storia del diritto che nasce a Bologna e quindi da Bologna mi aspetto una grande risposta e tantissime firme ai sei referendum”.

“SARÒ IN COSTUME SULLE SPIAGGE DELLA ROMAGNA, LETTA NON S’OFFENDA”

Anche quest’estate la Lega ha in programma di organizzare delle iniziative in Romagna? “Spero che Enrico Letta non si offenda, io i miei cinque o sei giorni con mio figlio a Milano Marittima, come da anni a questa parte, li faccio. Molto probabilmente in costume da bagno in spiaggia“, è la risposta del leader del Carroccio, Matteo Salvini.

Annuncio questa notizia rivoluzionaria e sconvolgente: penso di andare in spiaggia in costume da bagno”, aggiunge l’ex ministro.

LEGGI ANCHE: A Bologna Salvini non scioglie il nodo del candidato sindaco, ma ‘esclude’ Cangini

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»