Sparatoria a Ostia, condannati a oltre 20 anni Ottavio Spada e altri membri del clan

Fu testimone oculare la giornalista del quotidiano 'La Repubblica', Federica Angeli, che denunciò agli inquirenti quanto aveva visto
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Oltre 20 anni di carcere distribuiti in sette condanne ad esponenti del clan Spada sono state inflitte dai giudici della prima corte d’assise di Roma in relazione alla sparatoria tra clan rivali avvenuto il 17 luglio del 2013, a Ostia. I giudici hanno inflitto 8 anni a Ottavio Spada, accusato di tentato omicidio. Tra i condannati anche Carmine Spada per il quale i giudici hanno disposto 3 anni di reclusione. Della sparatoria fu testimone oculare la giornalista del quotidiano ‘La Repubblica’, Federica Angeli, che denunciò agli inquirenti quanto aveva visto. Una decisione che determinò l’assegnazione di una scorta che tuttora segue la cronista.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

30 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»