Sea Watch, Saviano: “Negli insulti a Carola c’è un senso di inferiorità sessuale”

Per lo scrittore, tanta rabbia è dovuta ad un "senso di inferiorità che qualcuno ha in campo sessuale verso l’africano"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Gli insulti sessisti a Carola Rackete sul molo di Lampedusa rispecchiano una dinamica tipica: da un lato il sesso visto come aberrazione e vizio, dall’altro il senso di inferiorità che qualcuno ha in questo campo verso l’africano”. Così Roberto Saviano commenta gli insulti razzisti ricevuti da Carola Rackete, capitana della Sea Watch 3, al suo sbarco a Lampedusa.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Odio contro Carola: “Spero ti violentino”. Video postato in diretta da Lega Lampedusa

SEA WATCH: CAROLA NON HA RILASCIATO INTERVISTE, ENTRO MARTEDI’ DECIDE GIP

“Carola è agli arresti domiciliari. È attesa entro martedì la convalida dell’arresto da parte del GIP. La Sea Watch si sposterà in provincia di Agrigento. La nostra Comandante non ha rilasciato nessuna intervista. Quelle pubblicate oggi sono libere interpretazioni dei fatti”. Cosi’ Sea Watch Italia.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

30 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»