Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

In Italia più di tremila casi di morbillo da inizio anno, due morti. L’88% non era vaccinato

vaccini
Il 35% aveva almeno una complicanza, il 40% è stato ricoverato e il 22% in Pronto soccorso
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dall’inizio dell’anno si sono verificati in Italia 3.232 casi e due decessi a causa del morbillo. L’88% non era vaccinato e il 7% era vaccinato ma con una sola dose.

Il 35% aveva almeno una complicanza, il 40% è stato ricoverato e il 22% in Pronto soccorso.

Tra gli operatori sanitari i casi sono stati 246. I dati emergono dall’ultimo bollettino sul morbillo in Italia elaborato dal Sistema di sorveglianza integrato Morbillo e Rosolia dell’Istituto superiore di Sanità.

IN TESTA IL LAZIO CON PIU’ DI MILLE CASI

Tra le regioni che hanno registrato il maggior numero di casi di morbillo dall’inizio del 2017 c’è il Lazio (con 1.033 casi), seguito da Piemonte (con 590) e Lombardia (479).

Tra le regioni che in cui non si è verificato nessun caso di morbillo ci sono invece la Valle d’Aosta, il Molise e la Sardegna.

LEGGI ANCHE I genitori non vaccinano i figli, 240.000 bambini morti di morbillo. In Italia casi doppi rispetto alla Germania

LEGGI ANCHE Sanità, Villani (Sip): “Con il vaccino per il morbillo, la bimba di 9 anni non sarebbe morta”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»