Bologna ‘importante meta turistica’, pure Armani apre bistrot

Il concept è stato ideato personalmente da Giorgio Armani in collaborazione con il suo team di architetti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Il boom di turisti in atto a Bologna non passa inosservato. “Bologna rappresenta un’importante meta turistica e sono particolarmente orgoglioso di questa apertura in uno dei luoghi più significativi dello shopping cittadino”, riconosce Giorgio Armani confermando l’apertura in Galleria Cavour del secondo Emporio Armani Caffè in Italia. L’apertura del ristorante “rientra nella strategia del gruppo volta a rafforzare la presenza nell’ambito della ristorazione nel nostro Paese. L’equilibrio tra locale e internazionale è per noi vitale, ed è in linea con il messaggio di Emporio che ha uno stile moderno e metropolitano”, spiega ‘re’ Giorgio, svelando i dettagli dello sbarco sotto le Due Torri. Il concept, del resto, è stato ideato personalmente da Giorgio Armani in collaborazione con il suo team di architetti.

Lo spazio si sviluppa su una superficie complessiva di 300 metri quadrati e comprende una zona caffè, una zona ristorante di circa 100 metri quadri per una capienza di 42 ospiti e un ampio dehor di circa 60 metri quadrati da 25 posti. Dal punto di vista cromatico, dominante è l’accostamento del legno chiaro e scuro a una particolare tonalità di azzurro, più intenso e lucido per le lampade a sospensione della zona ristorante. La cantina a vista mostra una selezione dei vini disponibili. L’offerta del cibo prevede menù differenti per il pranzo e per la cena: piatti italiani, semplici e classici, realizzati prestando massima attenzione alla qualità delle materie prime. Alle proposte del pranzo, alla sera se ne aggiungono altre che includono i classici del territorio, tagliatelle e tortellini, e alcuni piatti della tradizione milanese, come risotto e cotoletta.

(Le foto sono tratte dal profilo Twitter di Armani)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»