Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ceriscioli: “Sbloccati 100 milioni per gli investimenti in Sanità”

Grazie all'intesa Pd-Ap alla Camera passa l'emendamento alla Manovrina
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ANCONA –  Si liberano 100 milioni di euro di investimenti in Sanita’ per le Marche”. Lo ha annunciato il governatore delle Marche Luca Ceriscioli nel corso del Consiglio regionale odierno. Rispondendo ad un’interrogazione sull’ospedale di Amandola, Ceriscioli ha illustrato l’importante novita’ che, grazie a un emendamento alla Manovrina, approvato ieri alla Camera dei deputati, ‘consente alle Regioni, nell’ambito della disciplina relativa al pareggio di bilancio, la possibilita’ di utilizzare gli avanzi di amministrazione vincolati per il finanziamento del sistema sanitario nazionale’.

“L’emendamento approvato alla Camera consente alle Regioni che avevano residui attivi bloccati nel bilancio della Sanita’ di poterli utilizzare per investimenti- ha detto Ceriscioli-. Questo significa che per le Marche si liberano circa 100 milioni di euro di risorse in Sanita’. Il provvedimento riguarda principalmente la Lombardia e le Marche ossia le Regioni che hanno i conti piu’ in positivo sul fronte sanitario e che dunque avevano investimenti bloccati”.

Il presidente Ceriscioli ha poi ringraziato il consigliere regionale Mirco Carloni (Ap) per aver sollecitato i parlamentari del suo partito a portare avanti “un prezioso gioco di squadra con i parlamentari del Pd per giungere all’approvazione dell’importante emendamento”.

LEGGI ANCHE Vaccini, nelle Marche crescono quelli gratis per bambini e over 65

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»