Il Cua aspetta Salvini: “Portate le tende, si dorme in piazza Verdi”

BOLOGNA - Una tendopoli in piazza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Bologna_piazza Verdi (1)

BOLOGNA – Una tendopoli in piazza Verdi per ‘occupare’ il cuore della cittadella universitaria di Bologna fin dalla sera prima del comizio di Matteo Salvini. E’ il Collettivo universitario autonomo (Cua) a lanciare l’appello: ha già indetto un presidio fin da mercoledì alle 18 in piazza Verdi che si articolerà in vari momenti musicali, ma “finite le esibizioni degli artisti non andiamocene, restiamo in piazza. Ciascuno porti una tenda e passiamo la notte assieme in piazza Verdi, non lasciamo spazio al comizio razzista di Salvini”, è l’esortazione del Cua.

Il collettivo ha promesso le “barricate” pur di non consentire a Salvini il suo comizio elettorale. E l’opposizione al leader della Lega nord si va estendendo: anche il centro sociale Vag61 chiede di “mobilitarsi contro le comparsate elettorali di Salvini e le politiche razziste della Lega nord, partecipando alle iniziative in programma il 2 giugno, il giorno precedente e tutti quelli in cui sarà necessario opporsi con le pratiche dell’autorganizzazione e della solidarieta’ a chi predica odio e costruisce sfruttamento”.

Bologna_piazza Verdi

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»