Winelivery reintegra il rider ‘ribelle’ che il 25 aprile aveva strappato biglietto inneggiante al Duce

Luca Nisco rider bologna
Dopo le proteste dei sindacati e la presa di posizione del Comune di Bologna, la piattaforma ha deciso di riaccogliere Luca Nisco, sospeso per aver letto e fotografato il contenuto di un messaggio riservato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Le proteste dei sindacati e la presa di posizione del Comune di Bologna e dell’assessore al Lavoro, Marco Lombardo fanno capitolare Winelivery. La piattaforma reintegra Luca Nisco, il rider ‘ribelle’ che il 25 aprile ha stracciato un biglietto inneggiante al Duce allegato a una consegna che gli era stata affidata. “Con l’obiettivo di distendere i toni e definire la questione in maniera positiva per tutte le parti in causa, ci rendiamo nuovamente disponibili ad accettare le candidature da parte di Nisco, nella certezza che i suoi comportamenti lesivi della privacy del cliente e dell’immagine aziendale non si ripetano più”, si legge in una nota firmata dai tre fondatori del sito. Winelivery ribadisce che la decisione di sospendere il rider è “unicamente e puramente seguita” ai comportamenti di Nisco, che ha letto e fotografato il contenuto di un biglietto riservato, per poi strapparlo di fronte al destinatario “inconsapevole”.

D’altro canto, la piattaforma riconosce anche l’errore ‘a monte’: aver trascritto un messaggio “contrario ai principi e ai valori” di un’azienda che “condanna fermamente comportamenti che inneggino in qualsiasi forma al fascismo”. Ribaditi i termini della questione, “abbiamo riflettuto con molta attenzione sul parere dell’assessore Lombardo e del Comune di Bologna”, assicurano i titolari di Winelivery, annunciando anche la disponibilità ad aderire alla Carta di Bologna, il testo condiviso da amministrazione e sindacati per assicurare maggiori diritti e tutele ai ciclofattorini, al quale hanno aderito già alcune piattaforme di consegna. Intanto domani, Nisco sarà in piazza con Cgil, Cisl e Uil in occasione dell’iniziativa per il Primo maggio.

LEGGI ANCHE: Primo Maggio, Pd Bologna lancia contromanifestazione in vista della presenza in piazza del Movimento nazionale

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»