Covid, Ue: “Test certificato verde da 10 maggio, anche in Italia”

I certificati saranno emessi in forma di QRcode, e conterranno i dati sulle vaccinazioni o i test forniti dalle autorità nazionali
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Alessio Pisanò

BRUXELLES – In un incontro online con i giornalisti è stato annunciato che il sistema di gestione dei nuovi certificati digitali Covid partirà dal primo giugno, dopo una fase di sperimentazione che inizierà il dieci maggio per un gruppo di 15 Paesi, Italia compresa. Prima dell’entrata in vigore dei nuovi pass è necessaria l’approvazione degli Stati membri, prevista per fine giugno. Ma, assicura la Commissione, già dopo la firma del Consiglio Ue, l’infrastruttura tecnica sarà già completamente funzionante.

I certificati saranno emessi in forma di QRcode, e conterranno i dati sulle vaccinazioni o i test forniti dalle autorità nazionali. Grazie a una protezione a doppia chiave crittografica saranno leggibili solo dalle autorità degli Stati membri tramite una specifica app. Il codice potrà essere letto sia digitalmente che stampato su carta.

Questo sistema del certificato digitale Covid permetterà anche la partecipazione dei Paesi terzi, che lo accetteranno per permettere l’ingresso nel loro territorio, come è stato spiegato ancora nel corso del briefing di oggi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»