Tg Psicologia, edizione del 30 aprile 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– PMA, PEDIATRA SISPE: 20% BAMBINI NASCONO COSÌ

“Oggi due bambini su dieci nascono con Procreazione medicalmente assistita (Pma). Ogni anno, nel nostro Paese, si fanno 75.000 Pma, di queste 35.000 sono eterologhe (con ovulo e sperma di donatori esterni alla coppia)”. A fotografare il fenomeno delle nascite da Pma in Italia è Teresa Mazzone, pediatra e presidente del Sispe.

– COVID, PSICHIATRA: RESTRIZIONI NON SONO TEMPO PERSO MA OCCASIONE RIFLESSIONE

Il lockdown e le restrizioni dettate dalla pandemia sono “un’esperienza che c’è e che non si può negare”. Se riuscissimo a utilizzarli in questo senso, allora potremmo trarne qualcosa “in termini di riflessione, anche riguardo all’esperienza traumatica di cui questo evento e’ un esempio”. Lo pensa Roberto Boccalon, psichiatra e presidente dello Iaaps.

– COPRIFUOCO, MENCACCI (SINPF): GIUSTA GRADUALITÀ, ABBIAMO MEMORIA CORTA

“Indipendentemente dal pressing sociale, dobbiamo avere il consueto atteggiamento prudenziale, perché la situazione è ancora complessa e presuppone che tutte le misure siano mantenute ancora”. Claudio Mencacci, psichiatra e presidente Sinpf, condivide pienamente le misure varate dal governo per il riavvio graduale di tutte le attività del Paese. “Dall’esperienza dello scorso anno abbiamo constatato che siamo una nazione la cui memoria somiglia a quella dei pesci rossi, cioè una memoria di quello che è accaduto veramente inesistente”. Dunque, “aperture sì, ma con un senso di rispetto per il terremoto che ogni giorno sviluppiamo, perché ricordiamoci- avverte- che 300 morti al giorno sono molti e non possiamo assuefarci a questo”.

– IL SOCIOLOGO: GIOVANI ALTAMENTE ADATTIVI MA ASPETTIAMOCI RIBELLIONE

“Gli adolescenti di oggi sono tranquilli, molto adattivi e, se riescono a coltivare i loro interessi, non si ribellano a nulla, stanno nel loro mondo. Credo, però, che i nostri ragazzi abbiano anche una certa rabbia dentro e sono curioso di vedere quando e in che forma questa rabbia esploderà. Non credo che questa adattabilità possa andare avanti all’infinito”. Lo pensa Michele Oldani, psicanalista junghiano e sociologo.

– IN PANDEMIA COMPORTAMENTI OSSESSIVI IN TUTTI, NON SOLO PER BIMBI CON AUTISMO

“L’ansia e l’angoscia determinati dalla paura del contagio hanno generato una disregolazione emotiva in tutta la popolazione infantile, e quindi anche nei bambini con disturbi dello spettro autistico, così come negli adulti”. A sottolinearlo è Magda Di Renzo, responsabile del servizio Terapie dell’IdO. “Si sono strutturati in senso difensivo alcuni comportamenti di tipo ossessivo, ovvero dei rituali che- rassicura in conclusione la psicoterapeuta- non devono essere letti come inizio di una strutturazione patologica”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»