VIDEO | Concerto dell’1 Maggio a Napoli, sul palco la musica e le voci dei movimenti in lotta

Jovine: "Collegamenti con Taranto e Cosenza. Ambiente protagonista"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Napoli parla un’altra lingua” e lo farà dal palco di piazza Dante dove si terrà il concerto del Primo maggio. Sarà un appuntamento, spiega alla Dire Massimo Jovine, direttore artistico dell’evento e già componente dei 99 Posse, “di musica, divertimento, di valori e di tematiche profonde”. Quindi non solo note a piazza Dante ma anche le esperienze dei comitati di lotta come Stop Biocidio, Fridays for future, No Grandi Navi di Venezia, Vele di Scampia e ancora cittadini in lotta contro le Fonderie Pisano di Salerno, il centro sociale Ex Canapificio di Caserta e la testimonianza di un operaio dell’Ilva di Taranto.

A questo proposito “ci saranno collegamenti – prosegue Jovine – con due piazze, Taranto e Cosenza: due città del Sud che, guarda caso, come Napoli, vivono un disagio ambientale forte”. Gli artisti che si esibiranno – ne sono annunciati 45 inviteranno il pubblico a riflettere sul tema del lavoro ma anche della lotta “per un Pianeta migliore” e dell’antirazzismo. “Temi speriamo – rimarca il direttore artistico – che la gente recepisca e che torni a casa, citando i 99 Posse, ‘ca capa cchiu’ pesànt’. Ovvero: vengono per divertirsi ma se ne vanno a casa con un pensiero più profondo”.

Il concerto di Napoli è sostenuto anche dall’amministrazione cittadina e il sindaco, Luigi de Magistris, dovrebbe prendere la parola nel corso del lungo evento che si articolerà dalle 14,30 fino alle 24. “Il Comune – spiega la consigliera comunale demA Eleonora de Majo – ha scelto di sostenere questa iniziativa, la prima volta fu nel 2017, e di rispondere all’appello degli artisti e delle artiste della città che prenderanno parte a questa giornata importante per i diritti sociali e civili ma anche per l’ambiente. Sarà una giornata bellissima e piena di voci resistenti e di ‘parole contrarie’ come dice Erri de Luca”.

CONCERTO 1 MAGGIO NAPOLI, GLI ARTISTI

Presentati da Anna Trieste, si alterneranno sul palco di piazza Dante: ‘o Zulu’, 99 Posse, Alan Wurzburger, Aldola’ Chivala’, Alessio Arena, Armouann, Bandao, Bisca, Cabiria, Capone & Bungt Bangt, Ciccio Merolla, Cultural Boo Team, Cyrus O’ Neal, Emiliana Cantone, Ensi, Fede ‘n Marlen, Frank Carpentieri, Folkabbestia, Gnut e Sollo, Graman, Il Nucleo, Jey Lillo, Jovine, Kafka sui pattini, Kalis, La Zero, Lorenzo Girotti, Maldestro, Maria Nazionale, Megaride, Modena City Ramblers, Mujeres Creando, Nicola Siciliano, o Rom, Oyoshe e Dope One, Paky G, Rione Junno, Romito, Scapestro, Sud58, Suonno D’Ajere, Tartaglia Aneuro, The Cyborgs, Tommaso Primo, Ventinove e Trenta, Zezi.

Sul palco “ci sarà una Napoli anagraficamente trasversale e dei diversi generi che affollano la città ma non solo. Sarà – sostiene nel suo appello il cantautore Tommaso Primo – una giornata all’insegna della resistenza, della rivoluzione e del messaggio pensante. Quindi, tutte le persone che hanno deciso di schierarsi in questo momento storico domani devono partecipare. ‘V’aspettamm guagliù'”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»