Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Regionali Fvg, trionfo leghista di Fedriga; Di Maio: “Accordi impossibili, si voti a giugno”; Martina: “Rischiamo l’estinzione”

Edizione del 30 aprile 2018
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGIONALI FVG, TRIONFO LEGHISTA DI FEDRIGA

Trionfo alle regionali in Friuli Venezia Giulia per il centrodestra. Il candidato della Lega Massimiliano Fedriga si impone con il 57% dei voti mentre Sergio Bolzonello del centrosinistra si ferma al 26,8% e Alessandro Fraleoni Morgera dei 5Stelle all’11,7%. Crolla dunque il M5s che dimezza i voti rispetto alle politiche. Boom della Lega che allarga la forbice su Forza Italia all’interno del centrodestra, tiene il Pd. Affluenza vicina al 50%. “Risultato impensabile, la Lega ha avuto la più alta percentuale della storia”, ha commentato il nuovo presidente della Regione FVG Fedriga.

DI MAIO: ACCORDI IMPOSSIBILI, SI VOTI A GIUGNO

Luigi Di Maio attacca i partiti, li accusa di difendere solo i loro interessi di parte e chiede di tornare al voto già a giugno. Il candidato premier del Movimento Cinquestelle se la prende con Matteo Salvini, reo di aver scelto Berlusconi e la coalizione di centrodestra invece di firmare un contratto di governo con i grillini, e accusa Renzi di aver attaccato nuovamente il M5S rendendo così impossibile un accordo sui programmi. “A questo punto- afferma Di Maio- non c’è altra soluzione, bisogna tornare al voto il prima possibile, poi ovviamente deciderà il presidente Mattarella”.

MARTINA SUL PD: COSI’ RISCHIAMO L’ESTINZIONE

“Impossibile guidare un partito in queste condizioni”. Il segretario reggente del PD, Maurizio Martina, sbatte i pugni e dopo lo stop di Renzi ad un accordo con i 5Stelle chiede una discussione franca e senza equivoci in vista della direzione nazionale di giovedì. “In queste ore stiamo vivendo una situazione politica generale di estrema delicatezza- dice- per me la collegialità è sempre un valore, non un problema. Ritengo ciò che è accaduto in queste ore grave, nel metodo e nel merito. Così- avverte- un Partito rischia solo l’estinzione”.

PRIMO MAGGIO, SANT’EGIDIO FESTEGGIA COI POVERI

Festa con i poveri per la Comunità di Sant’Egidio domani in occasione del Primo Maggio. L’appuntamento per il pranzo, fa sapere il SIR, è alle 12,30 nel giardino del Collegio Irlandese di Roma. In centinaia tra volontari, persone senza fissa dimora e anziani che vivono da soli, si ritroveranno a tavola per vivere insieme la giornata. Il menù prevede lasagne, polpettone, dolci, fave e pecorino. Dopo il pranzo grande festa con musica dal vivo e momenti di festa che si terranno in diversi quartieri di Roma all’insegna della solidarietà e dell’amicizia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»