Mosse giuste per capelli al top, ecco i consigli dell’esperta

Carrera (Israelitico): "Tinture vegetali danneggiano meno. Tagliare non rinforza, è una leggenda metropolitana"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – I capelli, si usa dire, sono davvero la cornice del volto di ogni donna. Molte coloro che ‘giocano’ con i colori passando da una sfumatura all’altra. A volte i risultati sono anche chiome sfibrate, danneggiate e senza volume. Esistono dei prodotti validi per schiarire in ‘sicurezza’? E anche a casa quali sono le mosse giuste da mettere in campo per prendersi cura e rinforzare i capelli? Ne ha parlato Manuela Carrera, dermatologa presso l’ospedale Israelitico di Roma che ha fornito preziosi consigli per avere una chioma sana e al top della sua forma.

– Avere una capigliatura fluente a volte è un vero dono della natura … ma di certo schiariture e trattamenti aggressivi possono pregiudicare la salute del capello. Quali sono i consigli che vuole suggerire alle donne che non possono farne a meno?

“Il primo consiglio che voglio offrire, lockdown a parte, è quello di rivolgersi sempre ad un professionista del settore che possa utilizzare prodotti di alta qualità e all’avanguardia. Sebbene parliamo di sostanze chimiche le formulazioni di questi prodotti, negli ultimi anni, sono migliorate tanto e contengono sostanze che vanno a proteggere il capello. Possiamo trovare all’interno delle formulazioni l’olio di argan e l’olio di cocco che restituiscono un effetto protettivo. Nei prodotti per le schiariture che tanto ci piacciano il parrucchiere può aggiungere dei prodotti denominati ‘bond‘, nome che vuol dire legame. Il ‘bond ‘protegge infatti quelli che sono i legami tra le catene di cheratina, la proteina che rappresenta il costituente essenziale dei nostri capelli. Questi ponti di solfuro permettono alle catene di cheratina di legarsi tra di loro e sono alla base della resistenza dei nostri capelli. Infatti riparano anche gli eventuali danni provocati dalle tinture e dalle schiariture. I prodotti applicati sono importanti e fanno la differenza anche se parliamo sempre di prodotti chimici. Se vogliamo scegliere delle tinture che rispettino totalmente la struttura del capello dobbiamo optare per quelle vegetali. In commercio ce ne sono diverse e contengono solo erbe tintorie ed henné e rispettano in modo assoluto la struttura del capello. Se non vogliamo rivolgerci alle tinture vegetali ricordiamoci di allungare possibilmente i tempi tra un colore e l’altro”.

– Ogni donna pensa alla skincare quotidiana mentre i capelli subiscono a volte un trattamento di serie B… quali sono le mosse giuste da replicare quotidianamente per curare i nostri capelli, visto anche che tra un lockdown e l’altro c’è maggior tempo magari per noi stesse?

“In realtà dobbiamo avere cura ogni giorno dei nostri capelli. Partiamo dunque dalla scelta dello shampoo che deve essere delicato e non contenere i solfati che sono di fatto dei tensioattivi. Quest’ultimi sono quei prodotti che conferiscono la capacità schiumogena allo shampoo rendendolo più gradevole ma allo stesso tempo più aggressivo e in grado di disidratare i capelli. È importante applicare sempre dopo lo shampoo un balsamo a risciacquo come ci raccomanda anche l’American Accademy of Dermatology, perché il balsamo restituisce la giusta idratazione al capello e va a formare una sorta di ‘guaina’ protettiva. Ora che abbiamo più tempo almeno un paio di volte a settimana, soprattutto per le donne con i capelli trattati, è bene applicare una maschera. È ottimo anche l’olio d’oliva che abbiamo in casa, altrimenti è altrettanto benefico l’olio di cocco che troviamo facilmente in erboristeria. Tali sostanze vanno applicate su tutta la lunghezza dei capelli, meglio se inumiditi. Successivamente avvolgiamo i capelli con un asciugamano e teniamo tutto in posa per trenta minuti prima di procedere allo shampoo. Attenzione poi al calore che sappiamo essere nocivo per i capelli perciò evitiamo quanto più possibile il ricorso alle piastre che danneggiano il fusto del capello così come non va mai usato il phon per asciugare al massimo della potenza e del calore. Ricordiamo inoltre che il capello bagnato è più fragile per questo va pettinato delicatamente. Se facciamo la messa in piega a casa è necessario, per non danneggiare la capigliatura, eliminare l’eccesso d’acqua con l’asciugamano così poi si può procedere all’asciugatura e se necessario solo successivamente, a capello asciutto, passare la piastra per lisciare il fusto. Piccole mosse che ci aiutano a preservare di più i nostri capelli”.

– Ci sono integratori validi da assumere soprattutto in coincidenza dei cambi di stagione o in periodi di stress?

“Assolutamente si perché gli integratori vanno a fornire ai capelli tutte quelle sostanze nutritive che sono necessarie per una corretta crescita del capello stesso. Quindi sono l’ideale tutte le vitamine del gruppo B, in particolare la biotina, gli aminoacidi, la glutammina, l’arginina, la cisteina e poi gli oligoelementi come il ferro e lo zinco. Questi ingredienti dobbiamo cercarli negli integratori i quali ci aiutano a superare meglio i periodi di stress e i cambi di stagione”.

– Una domanda forse banale ma che in molte si chiederanno sicuramente… Ogni quanto è bene tagliare i capelli per renderli più forti?

“Questa è una leggenda metropolitana perché in realtà possiamo tagliare i capelli se abbiamo le doppie punte, se abbiamo dei danni al fusto cioè alla parte esterna del capello, ma in realtà il taglio non rinforza. Quindi il tagliarli non ha nessun ruolo nel migliorare i nostri capelli se non per un fatto estetico”.

– Un ultimo consiglio?

“Vi propongo una maschera casalinga per ristrutturare i capelli da realizzare con degli ingredienti semplici che troviamo a casa. Basta frullare mezzo avocado maturo, mezza banana, un cucchiaio di succo di limone e due cucchiai di olio extra vergine di oliva. Applichiamo il composto su tutta la lunghezza dei capelli per mezz’ora o anche un’ora e poi procediamo allo shampoo. Ingredienti semplici da reperire ma che sono assolutamente benefici per la nostra capigliatura”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»