Coronavirus, Gentiloni: “In Europa nessun Paese ce la fa da solo”

Serve in Europa “l’emissione di bond ma non genericamente per mutualizzare il debito, ma con una missione specifica”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Fare da soli non ce lo possiamo permettere noi e nessuno in Europa. Paesi piu’ forti e piu’ deboli sono accomunati dal fatto che il livello di integrazione, la moneta unica ci hanno dato una dimensione di garanzia ma anche una capacita’ di export che nessuno puo’ permettersi di perdere se non con danni gravissimi, forse irreversibili”. Lo dice Paolo Gentiloni, commissario Ue agli Affari economici, a ‘Circo Massimo’ su Radio Capital. 

GENTILONI: “BOND UE NON PER MUTUALIZZARE DEBITO MA CON MISSIONE”

Serve in Europa “l’emissione di bond ma non genericamente per mutualizzare il debito, che non verra’ accettata, ma finalizzarla a una missione”.

LEGGI ANCHE: Mattarella: “L’Europa comprenda la minaccia, prima che sia troppo tardi”

GENTILONI: “PROGETTO EUROPEO RISCHIA TRAMONTO MA SONO FIDUCIOSO”

“Rischia di tramontare il progetto europeo se la divisione economica tra i Paesi invece di ridursi di fronte a una crisi come questa, aumenta, allora sara’ molto difficile tenere insieme il progetto, ma sono fiducioso che una via di condivisione alla fine si possa trovare, in un dialogo con la Germania”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Renzi insiste: “Bisogna pensare a come riaprire, fra poco lo diranno tutti”

GENTILONI: “DISCUSSIONE IN UE NON ADEGUATA ALLA FASE”

La discussione tra gli Stati europei “e’ legittima ma non e’ adeguata alla fase che viviamo perche’ non da’ soluzioni. Penso che si debba fare tutti gli sforzi perche’ lo stallo sia superato”.

LEGGI ANCHE: Conte: “Stop attività produttive non può durare per troppo, la riapertura sarà graduale”

GENTILONI: “MES NON È LA SPECTRE, NON OTTIMISTA SU DISCUSSIONE”

“Il Mes non e’ la Spectre, e’ uno strumento che e’ stato condiviso, sinceramente non sono molto ottimista sull’esito di questa discussione, per questo sposterei la discussione su come finanziamo i nostri obiettivi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»