Critiche al video di Davigo sul divorzio: “Un messaggio grave”

Nel video, diventato virale in questi giorni, Piercamillo Davigo afferma che 'il divorzio in Italia dura più della pena per l’omicidio del coniuge'. Ecco cosa dice l'Associazione So.Germa.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’Associazione So.Germa. – nata da Cristiana Rossi, mamma coraggio, a difesa e supporto di tutte le donne vittime di violenza e dei loro figli- si appella ad ogni individuo e invita a valutare adeguatamente la gravità del messaggio contenuto nel video diventato virale in questi giorni, in cui il presidente della II Sezione Penale presso la Corte suprema di Cassazione e membro togato del Csm, Piercamillo Davigo, afferma che ‘il divorzio in Italia dura più della pena per l’omicidio del coniuge‘. 

Il video- continua l’associazione nella sua nota- non soltanto sminuisce l’impegno profuso dallo Stato e da diversi e numerosi altri soggetti nel contrasto al femminicidio e alla violenza sulle donne- si veda la relazione della commissione parlamentare sul femminicidio del 2018- ma sminuisce anche la richiesta di giustizia per le donne vittime di femminicidio e di violenza da parte del marito, convivente, compagno o fidanzato. Un video di questo tenore trascura la necessità di una corretta amministrazione della giustizia, che è invece fortemente sentitadai cittadini e che dovrebbe restituire alla stessa l’alto valore che le spetta. Doveroso è per tutti prendere atto- ribadisce in conclusione So.Germa.- e non dimenticare che il femminicidio e la violenza sulle donne costituisce, soprattutto in questo preciso periodo storico, una gravissima emergenza sociale, unitamente all’ulteriore sofferenza che troppo spesso viene inflitta alle donne sopravvissute per proteggere i propri figli ed ottenerne l’affido in via esclusiva.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

30 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»