Fortuna: “Dicembre negativo, ma nel 2019 occupazione al di sopra delle aspettative”

L'economista e rettore dell’università Niccolò Cusano commenta i dati Istat
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Purtroppo i dati convergono tutti verso una lieve negatività. A partire dal numero degli occupati che scende dell’0,1% e si attesta al 59,2%. Il tasso di disoccupazione rimane invariato e quello della disoccupazione giovanile si attesta al 28,9% quindi ancora molto elevato. Altro dato sicuramente non positivo è quello relativo alla crescita della percentuale degli inattivi, ovvero coloro che non hanno un lavoro e neanche lo cercano. Il mese di dicembre quindi non ha fatto registrare dati confortanti, anche se, come ricorda anche l’Istat nel suo comunicato, nel quarto trimestre del 2019 il saldo è abbastanza positivo, l’occupazione risulta in lieve crescita e anche il tasso di disoccupazione si è mantenuto per 8 mesi consecutivi al di sotto del 10%”. Così Fabio Fortuna, economista e rettore dell’università Niccolò Cusano, intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus, riguardo i dati Istat sull’occupazione relativi a dicembre 2019. 

Certamente chiudiamo l’anno 2019 con l’occupazione che ha rappresentato, sia pur nella limitatezza dei suoi progressi, uno dei pochi fattori positivi. Siamo andati al di sopra delle aspettative dato che il governo un anno fa prevedeva per il 2019 un tasso di disoccupazione all’11%. In tutto ciò va ovviamente considerata l’alta incidenza dei contratti a termine e il numero delle ore lavorate” ha concluso Fortuna.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

30 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»