Pedofilia, arrestato l’orco di Termini

A finire in manette un cittadino americano, un affermato ingegnere 52enne, accusato di pedofilia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

violenza minoriROMA – L’arresto effettuato dalla Polizia di Stato scaturisce dai servizi di controllo effettuati quotidianamente nella zona della Stazione Termini, secondo il piano predisposto dal Questore D’Angelo. A finire in manette un cittadino americano, un affermato ingegnere 52enne, accusato di pedofilia, che sarebbe conosciuto nell’ambiente dei minori come “l’inglese”.

L’uomo, per i suoi scopi, aveva appositamente preso in affitto un appartamento nel quale appartarsi con minori adescati nei dintorni della Stazione. Gli investigatori del Commissariato Viminale, diretti da Antonio Pignataro, venuti a conoscenza della notizia, hanno dato il via ad una serrata attivita’ d’indagine che ha permesso di individuare l’appartamento in questione.

È stato quindi pianificato un attento servizio di osservazione, anche attraverso l’installazione di telecamere, che ha permesso di accertare gli abusi sessuali, che duravano ormai da alcune settimane ed avevano coinvolto numerosi bambini, soprattutto stranieri, dietro lauto compenso.  Gli agenti hanno quindi fatto una vera e propria irruzione all’interno dell’appartamento dove l’uomo e’ stato bloccato proprio nel corso di un rapporto sessuale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»