A New York rabbino aggredito a colpi di machete in casa, Salvini: “Fermare odio antisemita”

È successo a Monsey, a 50 chilometri da New York, nella settima giornata di celebrazioni per la festività di Hannukah: ci sono 5 feriti di cui due gravi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Entra in casa di un rabbino vicino a New York e colpisce 5 persone con un machete durante la festività di #Hannukah. Tutta la mia solidarietà alla comunità ebraica americana e a quelle di tutto il mondo. Ignobili e sempre più preoccupanti gli episodi di antisemitismo, di odio verso gli ebrei e verso #Israele, che i terroristi e i loro disgustosi fiancheggiatori ideologici vorrebbero cancellare dalla faccia della terra”. Lo scrive su Twitter Matteo Salvini, in riferimento a quanto avvenuto a Monsey, nello stato di New York a 50 chilometri dalla città, dove un uomo ha attaccato con un machete un rabbino nella sua casa. Cinque i feriti, di cui due gravi. L’uomo è stato arrestato.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

29 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»