NEWS:

Il M5S presenta 950 emendamenti alla Manovra. “Il reddito di cittadinanza non si tocca”

Una delegazione pentastellata vede il premier Draghi per discutere sulla legge di Bilancio

Pubblicato:29-11-2021 19:11
Ultimo aggiornamento:30-11-2021 09:29

reddito di cittadinanza
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Sono iniziate dal Movimento 5 Stelle le interlocuzioni del premier Mario Draghi sulla Manovra. Il M5S, che è il gruppo numericamente più rilevante in Parlamento, ha preparato circa 950 emendamenti alla legge di Bilancio. “Poi decideremo insieme anche con le altre forze politiche in uno spirito collaborativo”, ha spiegato Mariolina Castellone, capogruppo M5S al Senato, al termine dell’incontro a palazzo Chigi con il presidente del Consiglio.

LEGGI ANCHE: Pensioni, bollette, fisco: i principali provvedimenti della legge di Bilancio

PATUANELLI: “BASTA MODIFICHE AL REDDITO DI CITTADINANZA”

“Il reddito di cittadinanza non deve subire ulteriori modifiche nel percorso parlamentare né nel merito né nella dotazione economica”. Lo ha detto il capodelegazione pentastellato Stefano Patuanelli dopo l’incontro con Draghi sulla Manovra. Il ministro delle Politiche agricole ha assicurato che il premier si è detto “d’accordo” con il M5s nel prevedere che il reddito di cittadinanza non sia più rivisto. Oggi, il leader della Lega Matteo Salvini è tornato a invocare modifiche sul provvedimento. Per Patuanelli, inoltre, “il superbonus 110% può essere migliorato. Ci auguriamo che il limite dei 25mila euro di Isee possa essere superato”.


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy