Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Variante Omicron, parla il paziente zero italiano: “Il vaccino ha funzionato, sintomi blandi”

coronavirus
Oltre al manager di Caserta rientrato dal Mozambico, sono risultati positivi alla variante anche la moglie e i due figli dell'uomo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  “Sono soddisfatto di essermi vaccinato, perché il vaccino nel nostro caso ha funzionato in maniera egregia”. A dichiararlo al giornale radio Rai è il paziente zero italiano della variante Omicron, che preferisce non rivelare la sua identità. “Considerato i sintomi blandi miei e della mia famiglia, che è stata contagiata e comprende persone tra gli 8 e gli 81 anni, posso dire che l’infezione si è manifestata solo in modo lieve“. Il manager fa poi sapere di essere in isolamento e monitorato in maniera assidua da medici e autorità sanitarie.

LEGGI ANCHE: Confermato il primo caso di variante Omicron in Italia

Variante Omicron, il Sudafrica non ci sta: “Ingiustificato lo stop ai voli”

I 4 CAMPANI POSITIVI A OMICRON NON HANNO SINTOMI RILEVANTI

I quattro pazienti campani risultati positivi alla variante Omicron non presentano sintomi rilevanti “a conferma dell’azione prodotta dal vaccino”. È quanto comunica l’unità di crisi della Regione Campania. Oltre al manager di Caserta rientrato dal Mozambico, sono risultati positivi alla variante anche la moglie e i due figli dell’uomo. È quanto emerso a seguito del completamento del sequenziamento relativo al ‘paziente zero’ campano e ai contatti diretti avuti al suo rientro in Italia nell’ambito dell’attività di sorveglianza Covid messa in atto dalla Regione.

Il sequenziamento in tempi rapidi è stato possibile grazie a strumenti con tecnologia Ngs, di cui è dotato il laboratorio dell’ospedale Cotugno di Napoli, che consentono di processare e valutare il genoma virale in toto nel giro di 24 ore.

LEGGI ANCHE: Gimbe: “No terrorismo su variante Omicron, non abbiamo le informazioni per poter annunciare una catastrofe”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»