Di Maio: “Avvicinamento con Lega? Fake news. Sulla prescrizione nessuno ci riporti ai tempi di Berlusconi”

Il leader del M5s allontana l'idea di un ritorno di fiamma con Salvini e punta i piedi su prescrizione, Autorstrade e Mes
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Se qualcuno ha intenzione di votare quella legge che ci fa tornare ai tempi berlusconiani, spero che non sia qualcuno in maggioranza”. Lo dice il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a margine di una iniziativa di Cassa Depositi e Prestiti a Napoli, rispondendo ai cronisti che gli chiedevano di un possibile stop alla riforma della prescrizione.

LEGGI ANCHE: Regionali Campania, Di Maio: “M5s mai con De Luca”

“Mi si dice che potrebbe esserci un blitz in parlamento per provare a fermare la nostra riforma che dice che se vieni condannato in primo grado non puoi più farla franca perdendo tempo. Io dico che noi il lavoro sulla prescrizione lo abbiamo già fatto – sottolinea – e che entra in vigore il primo gennaio. Qui in Italia si stanno per perdere processi, come quello nei confronti di un padre che ha abusato di sua figlia e l’ha prestata agli amici. Rischia di farla franca. Ci sono le famiglie delle vittime della strage di Viareggio che stanno facendo una corsa contro il tempo perché per la prescrizione potrebbero vedere impuniti i responsabili”.

LEGGI ANCHE: M5s, incontro tra Di Maio e Grillo: “Siamo d’accordo su tutto. Da gennaio nuovo contratto di governo”

DI MAIO: RIAVVICINAMENTO CON LEGA? FAKE NEWS

“Ho letto stamattina- aggiunge Di Maio- questo articolo comico che direbbe che l’avvicinamento tra me e Di Battista sarebbe riferito a una volontà di riportare il movimento a destra. Provano a spaccare il gruppo parlamentare e a spaccare il Movimento: sono solo mezzucci e fake news, sciocchezze utilizzate ad arte per far sembrare che ci sia un’alleanza per far cadere il governo”.

“Il movimento a destra non c’è mai stato, come non c’è mai stato a sinistra. Siamo una forza politica post ideologica”, ricorda Di Maio, aggiungendo che “non c’è nessuna volontà di far cadere il governo, ma la volontà di portarlo avanti per realizzare le cose che servono all’Italia”.

LEGGI ANCHE: Governo, Di Battista: “Di Maio fa bene ad alzare il tiro. Io lo sostengo”

AUTOSTRADE. DI MAIO: GOVERNO COMPATTO SU RECOVA CONCESSIONI BENETTON

“Il governo è compatto, e anche il Movimento 5 Stelle lo è, sulla revoca concessioni autostradali ai Benetton”, ribadisce ancora Di Maio.

“Ricordo tanti episodi in cui la Lega chiese di non togliere le concessioni ai Benetton, lo stesso Salvini o persone come l’ex viceministro Rixi. Noi – aggiunge – vogliamo invece revocare le concessioni perché non hanno fatto la manutenzione del ponte Morandi, causando 40 vittime tra cui persone di questo territorio”.

Di Maio spiega che la revoca delle concessioni sarebbe “la più grande risposta che può dare uno Stato nel farsi rispettare. C’è grande compattezza nel governo: è finita la storia che, qualsiasi cosa fai, noi ti garantiamo comunque e sempre il 7% dei profitti”.

LEGGI ANCHE: Autostrade, Di Maio: “Revoca battaglia di tutto il M5s, da me a Beppe Grillo”

MES. DI MAIO: VA MIGLIORATO, NON SIA STRITOLA STATI

“Il tema non è il fondo Mes in sé ma se sia un salva Stati o stritola Stati”, aggiunge ancora Di Maio.

“Ieri c’è stata una riunione del gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle – ha spiegato – e siamo tutti d’accordo che questo accordo vada migliorato. Lo faremo con il massimo dialogo, perché convenga pienamente all’Italia e non rappresenti rischi per il Paese. Nei prossimi giorni faremo presenti tutte le perplessità che abbiamo sull’attuale impianto del Mes, ma senza voler creare difficoltà al governo”.

LEGGI ANCHE: Mes, Conte: “Se Salvini è uomo d’onore presenti esposto e rinunci all’immunità: lo querelo”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»