Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Scuola, edizione del 29 ottobre 2021

tg scuola
In questa edizione si parla di: Ministero dell’Istruzione e Rondine insieme per le sfide della scuola tra locale e globale; Educazione civica digitale, studenti protagonisti con Samsung; Scuola, premio Erasmus+ per l’innovazione a istituto di Treviso; Premiati i vincitori del concorso ‘Rileggiamo l’Articolo 34 della Costituzione’
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE E RONDINE INSIEME PER LE SFIDE DELLA SCUOLA TRA LOCALE E GLOBALE

“È un’iniziativa che pone al centro dell’attenzione le sfide che oggi la nostra scuola deve affrontare tra locale e globale, e che riguarda la pace, quindi l’educazione dei nostri ragazzi a trasformare il conflitto in occasione di confronto per costruire insieme nuovi percorsi di vita e di partecipazione”. Così il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi in apertura del seminario online ‘Le sfide della scuola di oggi tra cittadini locali e globali’, dedicato alla scuola e promosso dal ministero dell’Istruzione, in collaborazione con l’Associazione Rondine Cittadella della Pace. L’evento in streaming sul canale Youtube del ministero dell’Istruzione è stato un momento di confronto e di riflessione sulla relazione educativa tra docente e studente di fronte alle grandi sfide che coinvolgono la scuola, e che rientra tra gli appuntamenti del G20.

EDUCAZIONE CIVICA DIGITALE, STUDENTI PROTAGONISTI CON SAMSUNG

“Il periodo pandemico ha evidenziato più che mai il bisogno di digitale della scuola italiana, sia in termini di competenze sia in termini di materiali e infrastrutture. Oltre all’intervento pubblico, tuttavia, anche le aziende hanno fatto e continuano a fare la loro parte per colmare il vuoto che la Dad ha reso ancor più evidente”. A dirlo è Anastasia Buda, responsabile per Samsung Italia del settore ‘Corporate Citizenship’ lo strumento per “rinsaldare i legami interni alla comunità” e “dare il nostro contributo di azienda”. Un progetto sull’inclusione e la cittadinanza digitale per le scuole di ogni ordine e grado. ‘Solve for tomorrow’ – letteralmente ‘soluzioni per il domani’ – si prefigge proprio questo: sensibilizzare e formare studenti e docenti a un uso consapevole delle risorse digitali, perché  “la tecnologia, se correttamente utilizzata, può diventare un facilitatore indipendentemente dalla professione che si andrà a fare”.

SCUOLA, PREMIO ERASMUS+ PER L’INNOVAZIONE A ISTITUTO DI TREVISO

La Commissione europea ha premiato gli istituti scolastici vincitori del nuovo Premio europeo per l’insegnamento innovativo, European Innovative Teaching Award. Nell’occasione sono stati celebrati i 104 progetti vincitori in Europa, relativi all’educazione e alla cura della prima infanzia, l’istruzione primaria e secondaria superiore nonché l’istruzione e la formazione professionale. Fra questi anche una scuola del Veneto: l’Istituto scolastico paritario G. Galilei di Treviso per il progetto Erasmus+  sulla domotica.  L’Istituto si è aggiudicato il riconoscimento in qualità di scuola aderente al Programma Erasmus+ che, tra il 2014 e il 2020, ha puntato sull’innovazione dell’insegnamento e dell’apprendimento, in presenza e con supporti digitali.

PREMIATI I VINCITORI DEL CONCORSO ‘RILEGGIAMO L’ARTICOLO 34 DELLA COSTITUZIONE’

Si è svolta la cerimonia di premiazione dei vincitori del concorso ‘Rileggiamo l’Articolo 34 della Costituzione’, promosso dal ministero dell’Istruzione e dall’Associazione Articolo 21, in collaborazione con la Federazione Nazionale Stampa Italiana, la Rai e l’Associazione Italiana Costituzionalisti. Studenti e studentesse degli Istituti secondari di secondo grado di 19 regioni, divisi in 179 squadre, hanno inviato le loro riflessioni sullo stato di salute della scuola italiana e su nuovi modelli di apprendimento. Per realizzare gli elaborati, i giovani hanno seguito le lezioni di autorevoli professionisti e membri della giuria, tra i quali il giurista Gustavo Zagrebelsky, che ha partecipato anche alla premiazione. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»