Coronavirus, Boccia: “In Italia attivi 10.300 posti di terapia intensiva”

Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, durante il vertice con le Regioni e il commissario Domenico Arcuri
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Oggi dobbiamo dare un messaggio chiaro al Paese e tranquillizzare i cittadini: sono immediatamente attivabili in tempo reale oltre 10.300 posti di terapia intensiva, tra quelli già attivi nelle singole Regioni e quelli attivabili grazie ai materiali inviati dal commissario. Già ad aprile, nel picco dell’emergenza, avevamo toccato 9.500 posti di Terapia intensiva. Ora serve il massimo impegno per chi è in corsia e per i pazienti, tutti al lavoro e senza polemiche. Le polemiche non le capirebbe nessuno e sarebbero imperdonabili”. Lo ha detto, a quanto si apprende, il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, durante il vertice con le Regioni e il commissario Domenico Arcuri.

“Da febbraio ad oggi il Governo ha distribuito 1,5 miliardi di materiali consumabili e 850mila materiali non consumabili come attrezzature e materiali per le terapie intensive e sub – aggiunge -. Siamo sempre al fianco delle Regioni per ogni necessità e continua senza sosta il supporto nel rafforzamento delle reti sanitarie territoriali”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

29 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»