Covid, in provincia di Genova vietato il ‘dolcetto-scherzetto’ di Halloween

I sindaci di quattro Comuni del Levante (Sestri Levante, Chiavari, Lavagna e Moneglia) hanno firmato un'ordinanza per vietare il giro del vicinato per raccogliere caramelle
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

GENOVA – Niente dolcetti per i bambini di Sestri Levante, Chiavari, Lavagna e Moneglia, nella riviera genovese di levante. La pandemia ha giocato un brutto “scherzetto” anche a loro e gli ha rovinato la festa di Halloween. Niente party, giro del vicinato e scambio di caramelle e regalini. Se si vorranno mascherare alla vigilia di Ognissanti, dovranno farlo a casa e solo con i propri genitori.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, De Luca: “Per Halloween coprifuoco alle 22”

I sindaci delle quattro cittadine rivierasche hanno, infatti, emesso un’ordinanza che, per sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre, non solo vieta l’organizzazione di feste pubbliche e private, ma vieta pure di “accedere, singolarmente o in gruppi, agli esercizi commerciali e ai pubblici esercizi per manifestare le usanza della cosiddetta festa di Halloween”. E vieta anche “agli operatori commerciali di porre a disposizione del pubblico caramelle, dolciumi e qualsiasi altra cosa in regalo come d’uso per la cosiddetta festa di Halloween”.

LEGGI ANCHE: Bimbi in festa per Halloween: i mostri esorcizzano le paure

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

29 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»