Fenomeno drop out a Roma: prenotazione del tampone al drive-in, il 10% non si presenta

A chi non disdice la prenotazione viene addebitato il costo della prestazione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Il 10 per cento delle prenotazioni ai drive-in di Roma vanno deserte perché le persone si prenotano e poi non si presentano, senza utilizzare la possibilità del campio di prenotazione. Il fenomeno, definito ‘drop out’, avviene soprattutto tra le ore 12 e 14.

“Coloro che non si recano all’appuntamento e senza modificare la prenotazione riceveranno l’addebito della prestazione riportata sulla ricetta medica– fanno sapere dall’Unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio- Stiamo facendo uno sforzo enorme e chiediamo collaborazione e responsabilità al fine di non danneggiare gli altri cittadini che hanno bisogno di eseguire il test che, nei drive-in, si ricorda essere gratuito”.

Per quanto riguarda il sistema di prenotazioni, presto sarà esteso anche alle Asl Roma 5, Rieti e Frosinone.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

29 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»