VIDEO | L’infermiera Florence Nightingale celebrata con un francobollo a 200 anni dalla nascita

Emesso dal ministero dello Sviluppo economico. Il francobollo ordinario appartiene alla serie tematica 'Il senso civico'
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

francobollo_Florence NightingaleROMA – Poste italiane comunica che oggi 29 ottobre 2020 viene emesso dal ministero dello Sviluppo economico un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica ‘Il senso civico’ dedicato alla professione infermieristica e a Florence Nightingale, nel secondo centenario della nascita, relativo al valore della tariffa B pari a 1,10 euro. Tiratura: trecentomila esemplari. Foglio da quarantacinque esemplari. Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato spa, in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente. Bozzetto a cura di Claudia Giusto. La vignetta, raffigura in primo piano, sullo sfondo di Ponte Vecchio a Firenze, il ritratto di Florence Nightingale, infermiera, affiancato dal ‘Diagramma delle cause di mortalità nell’esercito d’Oriente’ elaborato dalla Nightingale stessa durante la guerra di Crimea sulla base delle sue conoscenze sanitarie e statistiche. In alto, a destra, è riprodotto il logo della Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (Fnopi). Completano il francobollo le leggende ‘Florence Nightingale’ e ‘Infermiera’ le date ‘1820-1910’ la scritta ‘Italia’ e l’indicazione tariffaria ‘B’.

francobollo_Florence Nightingale L’annullo primo giorno di emissione sarà disponibile presso lo Spazio Filatelia di Firenze. Il francobollo e i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi saranno disponibili presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli ‘Spazio Filatelia’ di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it. Per l’occasione è stata realizzata anche una cartella filatelica in formato A4 a tre ante, contenente una quartina di francobolli, un francobollo singolo, una cartolina annullata ed affrancata e una busta primo giorno di emissione, al costo di 15 euro.

VIOLANTE (POSTE): “IL FRANCOBOLLO È UN OMAGGIO AI MERITI DI FLORENCE NIGHTINGALE”

“Oggi il ministero dello Sviluppo economico ha emesso un francobollo dedicato alle professioni infermieristiche e a Florence Nightingale, in occasione del secondo centenario della sua nascita. Si presenta con una tiratura di 300.000 esemplari e raffigura il ritratto dell’infermiera Florence Nightingale con sullo sfondo di Ponte Vecchio affiancata dal diagramma relativo alle cause di mortalita’ che elaboro’ durante la guerra di Crimea”, ha annunciato Pio Violante, direttore della filiale di Firenze 1 di Poste Italiane dopo aver svelato il nuovo francobollo a fianco della Fnopi, Federazione nazionale ordini professioni infermieristiche. Il francobollo, ha spiegato, “svolge anche una funzione culturale molto importante: è un omaggio all’importanza della memoria e a tutto ciò che aiuta a consolidarla e conservarla nel tempo. È un modo per rendere attuali eventi e personaggi passati, disegnando per loro un presente che li valorizza e un futuro che non dimentica”. Quello odierno, ha proseguito, “vuole tracciare con un tratto artistico i valori e i meriti di chi, nel corso della propria vita studio’ e trasformò il lavoro infermieristico in un approccio scientifico orientato ai dati, permettendo di abbattere i tassi di mortalità dei ricoverati duranti la guerra di Crimea”. Per questo “Poste Italiane vuole valorizzarne ancor più i meriti: oltre al francobollo sono previsti tutti i prodotti correlati all’emissione: le tessere filateliche, le cartoline annullate il primo giorno di emissione, il bollettino illustrativo e soprattutto una raccolta filatelica a tiratura numerata e limitata costituita da 2.300 esemplari”.

MANGIACAVALLI (FNOPI): “CELEBRARE FLORENCE NIGHTINGALE SERVE A RIFLETTERE SULL’EMERGENZA”

In una fase così delicata per l’Italia e il mondo intero, non è facile trovare lo spazio anche emotivo per delle celebrazioni. Il 2020 era stato proclamato come l’anno internazionale degli infermieri, anche per il bicentenario della nascita della nostra antesignana Florence Nightingale. La pandemia ha stravolto tutto questo e ci siamo ritrovati in un momento che non avremmo mai voluto vivere, con un’emergenza che ha messo in evidenza la carenza di infermieri sia nella prima fase del Covid-19 che in questa che stiamo vivendo adesso”, ha dichiarato Barbara Mangiacavalli, presidente di Fnopi, a margine dell’evento di presentazione del francobollo dedicato a Florence Nightingale.

“Oggi è stato emesso un francobollo, grazie a Poste italiane e al ministero dello Sviluppo economico- ha continuato- per riconoscere e celebrare questo 2020 con una riflessione sul passato, il presente e il futuro della professione infermieristica. Una riflessione critica che spiega come i continui tagli alla spesa per il personale sanitario abbiano determinato queste carenze e ora, come già avevamo segnalato, occorrono investimenti, garanzie, formazione e riconoscimento professionale per il contributo peculiare che gli infermieri assicurano sul territorio come negli ospedali a tutti i cittadini”.

“Questo francobollo rappresenta quindi un elemento di condivisione, un modo per far sentire ai cittadini che ci siamo, perché ci avvicina alle persone da cui siamo lontani a causa della pandemia. Da Fnopi oggi parte una cartolina virtuale, dove ognuno potrà immaginare di scrivere il proprio messaggio per un futuro migliore” ha concluso Mangiacavalli.

SANESI: “FLORENCE NIGHTINGALE FIGURA PREZIOSA PER L’OPERA DI SANTA CROCE”

“È un’icona Florence Nightingale, una presenza preziosa per l’Opera Santa Croce. Il francobollo, realizzato per il bicentenario della sua nascita, suggella il ruolo di Florence, una donna che ha anticipato la scienza infermieristica e con la sua lampada è stata vicina ai più bisognosi, a quelli a cui oggi, in questa pandemia, occorre essere d’aiuto allo stesso modo”, ha dichiarato la presidente dell’Opera Santa Croce di Firenze, Irene Sanesi.

MORRIS (AMBASCIATORE BRITANNICO): “FLORENCE NIGHTINGALE È STATA UNA PIONIERA”

“È un onore partecipare a questo momento celebrativo dedicato alla pioniera delle scienze infermieristiche, Florence Nightingale, cittadina britannica di cui ricorre il bicentenario della nascita, per di più nella città di Firenze. La nostra Florence è altrettanto vostra”, ha dichiarato Jill Morris, ambasciatrice britannica in Italia. “Non saremmo qui a celebrarla, poi, se non fosse per la Fnopi, che ha condotto una campagna in collaborazione con il Florence Nightingale Museum di Londra- ha aggiunto- Una campagna che arriva a conclusione oggi con lo svelamento del francobollo dedicato a Florence, realizzato grazie al ministero dello Sviluppo economico e all’istituto poligrafico Zecca dello Stato. Ancora un ringraziamento a Fnopi e a tutti gli infermieri che si sono spesi in questo anno cosi’ duro e pieno di sacrifici”.

BUFFAGNI: “INFERMIERI CENTRALI, ANCORA DI PÙ IN PANDEMIA”

“La professione di infermiere è centrale nella nostra società, un pilastro determinante, ancor di più si è rivelata in questa pandemia, nella guerra quotidiana che sta cambiando la vita di tutti noi. Per questa ragione abbiamo realizzato, come ministero dello Sviluppo economico, un francobollo per la madre della scienza infermieristica moderna, Florence Nightingale: una grande donna che ha dimostrato come questa professione sia un valore aggiunto per la società. E non c’é modo migliore per ringraziare gli infermieri per tutto il lavoro che state facendo, per l’aiuto che date a tutti gli italiani e per la sicurezza che ci trasmettete ogni giorno. Grazie ancora”. Così, in un video-contributo, il viceministro allo Sviluppo economico, Stefano Buffagni, nell’ambito delle celebrazioni per il bicentenario della nascita di Florence Nightingale, pioniera delle scienze infermieristiche, e la pubblicazione del francobollo realizzato in suo omaggio dal Mise e dall’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato.

LA MOSTRA DEI FRANCOBOLLI A FIRENZE PER CELEBRARE GLI INFERMIERI

Graziano Lebiu non è solo un infermiere da 36 anni, ma è anche un collezionista di francobolli. E dagli Anni 90 ne ha raccolti 900, tutti quelli che gli Stati hanno dedicato alla sua professione. Una collezione che da oggi sarà ospitata a Firenze, nella Filatelia di Poste Italiane di via Pellicceria, a due passi da piazza della Repubblica. La mostra accompagna l’emissione del nuovo francobollo, dedicato alle professioni infermieristiche. Che nell’anno del covid ha un doppio valore, anzi “un valore triplo”, ha detto. “È un riconoscimento a coloro che in questo momento sono in prima linea, in trincea, e a quelli che non ci sono più: noi abbiamo perso 60 colleghi, i medici oltre 150”.

I francobolli, ha spiegato Lebiu che è anche presidente dell’Ordine delle professioni infermieristiche della provincia di Carbonia Iglesias, “rappresentano la considerazione, l’approfondimento, gli interessi di uno Stato per un avvenimento speciale, così com’è l’assistere e il curare. Gli infermieri hanno centinaia di francobolli ad essi dedicati, perché la nostra e’ una professione essenziale per lo sviluppo delle società. Dagli Anni 90 abbiamo raccolto 900 pezzi unici” e li mostriamo “in questo prestigioso palazzo per due motivi: la disponibilità di Poste Italiane e perché a Firenze nasce Florence Nightingalee, di cui quest’anno festeggiamo i 200 anni dalla sua nascita con l’emissione di un francobollo”. L’esposizione durerà fino all’8 dicembre.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

29 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»