Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il documentario di Sky News sulla prima ondata di Covid a Bergamo vince agli Emmy

documentario skynews covid a bergamo
Il lavoro firmato dal giornalista Stuart Ramsay si è aggiudicato il prestigioso premio internazionale per la categoria "News"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Marialaura Iazzetti

MILANO – Durante la prima ondata della pandemia avevano documentato la situazione a Bergamo, seguendo il sindaco Giorgio Gori ed entrando nel pronto soccorso del Papa Giovanni XXIII, quando il Covid 19 non era ancora dilagato in tutto il mondo: oggi il documentario di Sky News ‘A warning from Italy’ si è aggiudicato il prestigioso premio degli International Emmy Awards per la categoria ‘News’.

Il lavoro firmato dal giornalista Stuart Ramsay, con il cameraman Garwen McLuckie e i produttori Dominique van Heerden e Simone Baglivo, si era già aggiudicato premi ai British Journalism Awards per la sezione Esteri e ai Royal Television Society Awards 2021 nei mesi scorsi.

Quella di raccontare alla stampa internazionale la situazione di Bergamo nelle settimane di marzo è stata una delle strategie di comunicazione messe in campo dal Comune di Bergamo e dal sindaco Giorgio Gori, perché il resto dell’Europa e del mondo si preparasse all’arrivo del Covid-19, considerato fino a quel momento un problema solo cinese e italiano.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»