Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Nove trapianti in 24 ore: maratona salva-vite al Sant’Orsola di Bologna

Bologna, 16/11/2020. Policlinico di S.Orsola. Padiglione 23. Polo Cardio-toraco-vascolare. Sale operatorie. Foto Paolo Righi
Undici equipe erano al lavoro in contemporanea, per un totale di ben 123 professionisti per trapiantare due cuori, un polmone, due fegati e quattro reni su nove persone
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Nove trapianti in 24 ore. Una vera e propria maratona quella portata a termine dall’Irccs-Policlinico Sant’Orsola di Bologna tra martedì 21 e mercoledì 22 settembre, mobilitando ben 123 professionisti tra chirurghi, anestesisti, perfusionisti, infermieri e oss. In tutto sono state utilizzate 74 unità di sangue e 15 litri di plasma per trapiantare due cuori, un polmone, due fegati e quattro reni.

La serie non-stop di operazioni stata possibile grazie alla generosità dei donatori e delle loro famiglie, che hanno consentito a nove persone di avere un organo nuovo: quattro donne e cinque maschi con età dai 26 ai 68 anni, provenienti da Sicilia, Sardegna, Puglia, Toscana e anche Emilia-Romagna. Ma c’è anche un altro ‘record’ dentro al record.

Oltre ai due trapianti di cuore, infatti, in contemporanea sono stati eseguiti anche due complicati interventi cardiochirurgici in emergenza di dissezione dell’aorta, con un totale di 11 equipe di professionisti al lavoro praticamente all’unisono. In Italia, rivendica il Sant’Orsola, “sono pochi i centri in grado di mobilitare contemporaneamente un numero di equipe così considerevole. Questo consente all’Irccs di non rinunciare mai a una disponibilità per carenze organizzative”.

Nel 2021 l’attività di trapianto è tornata ai livelli pre-Covid, in molti casi anche superandoli. Ad oggi i trapianti eseguiti sono stati 210, rispetto ai 147 dello stesso periodo del 2020: 25 di cuore, nove di polmone, 80 di fegato e 96 di rene. In Emilia-Romagna viene fornito l’assenso alla donazione nel 79% dei casi, contro il 70% della media nazionale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»