Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Zanin: “Legiferare meglio per una nuova Europa”

il presidente del Cr Fvg, Piero Mauro Zanin
Il governatore del Friuli Venezia Giulia al Comitato delle Regioni del Partito popolare europeo (Ppe): "La sussidiarietà è imporante"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Alessio Pisanò

BRUXELLES – “Credo che il principio del legiferare meglio possa essere anche alla base di una nuova Europa che prenda in maggior considerazione il principio della sussidiarietà”. È quanto dichiarato da Piero Mauro Zanin, presidente del consiglio regionale del Friuli-Venezia Giulia e membro del Comitato delle Regioni del Partito popolare europeo (Ppe), in seguito alla Commissione del Comitato europeo delle regioni (Cor), tenutasi a Bruxelles.

Bisogna fare in modo che le leggi abbiano un costo più basso possibile” ha proseguito Zanin, che ritiene che “la qualità delle leggi, la loro semplificazione e il fatto che siano direttamente applicabili sul territorio sia una delle condizioni fondamentali anche per ripartire dopo la crisi sanitaria, ma anche economica e sociale”.

Secondo Zanin “la qualità delle leggi, la loro semplificazione e il fatto che siano direttamente applicabili sul territorio sia una delle condizioni fondamentali anche per ripartire dopo la crisi sanitaria, ma anche economica e sociale”. Il presidente ha invitato inoltre “tutti i cittadini ad applicare un processo dal basso verso l’alto per individuare quali sono i bisogni e le necessità del territorio, per poi trasformarli in progetti che siano finanziati anche dalle risorse del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza”.

Zanin ha concluso sottolineando la necessità di “valutare, una volta che la legge viene applicata, quali sono le ricadute rispetto agli obiettivi, cioè se quello che la legge si prefiggeva viene raggiunto in termini di sviluppo e progresso per le nostre famiglie, le nostre comunità e le nostre imprese”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»