Influenza in arrivo, la rassicurazione: “Nel Lazio i vaccini ci sono, no allarmismi”

Il vicepresidente dell'Ordine dei medici di Roma Luigi Bartoletti invita alla calma: "Non iniziamo a creare allarmi o ragionare in termini di assalto al vaccino"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Nel Lazio i vaccini antinfluenzali ci sono, quindi non iniziamo a creare allarmi o ragionare in termini di assalto al vaccino. Non c’è alcun bisogno di correre, anche perché l’influenza arriverà a dicembre”. Lo ha detto, all’agenzia Dire, il vicepresidente dell’Ordine dei medici di Roma e provincia e segretario provinciale della Fimmg Roma, Pier Luigi Bartoletti. “I medici e i pediatri si prenderanno in carico l’80-90 per cento dei pazienti previsti per la vaccinazione, e anche quelli non previsti- ha spiegato Bartoletti-. C’è un grande sforzo da parte di tutti, quindi muoviamoci in maniera ordinata ed evitiamo, semmai, di creare assembramenti durante le vaccinazioni“.

LEGGI ANCHE: Federfarma: “Il vaccino contro l’influenza aiuterà le diagnosi di Covid. Ma mancano 125 mln di dosi”

Secondo Bartoletti “i dati sull’influenza che arrivano dall’Australia sono incoraggianti. L’uso di mascherine e il distanziamento hanno fatto sì che fosse una stagione con poche preoccupazioni. E’ ciò che mi auguro anche per l’Italia”.

Intanto la Regione Lazio ha rimodulato i posti letto a causa dell’aumento di positivi sintomatici al Covid. “Il sistema è pronto ad affrontare questa situazione, sarei molto preoccupato se non avessimo previsto quanto sta accadendo- ha concluso Bartoletti-. E’ importante che l’emergenza sia gestibile. Noi stiamo intervenendo sul campo con ogni mezzo e continueremo a farlo ogni giorno”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

29 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»