Il Governo italiano proroga di due mesi la Voluntary disclosure

SAN MARINO - Gli italiani che intendono regolarizzare i loro patrimoni detenuti nelle banche sammarinesi avranno due mesi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SAN MARINO – Gli italiani che intendono regolarizzare i loro patrimoni detenuti nelle banche sammarinesi avranno due mesi di tempo in più per farlo. Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Matteo Renzi e del ministro dell’Economia e delle finanze Pietro Carlo Padoan, ha approvato oggi il decreto legge su “misure urgenti per la finanza pubblica” che sposta il termine per l’adesione alla procedura per la regolarizzazione dei patrimoni detenuti all’estero dal 30 settembre al 30 novembre prossimo. Inoltre, l’integrazione dell’istanza e la documentazione possono essere presentate entro il 30 dicembre 2015. “La proroga- spiega una nota del Cdm- in presenza di un numero molto elevato di richieste di adesione pendenti, risponde all’esigenza di riconoscere più tempo per completare gli adempimenti previsti, tenuto conto delle problematiche di recepimento della necessaria documentazione, anche in ragione del fatto che l’acquisizione richiede il coinvolgimento di soggetti esteri”.

soldi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»