Zampa: “Allo studio tampone in entrata e uscita da Francia e Spagna”

La sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa spiega che si sta valutando il tema della reciprocità con Francia e Spagna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “C’è un’interlocuzione avviata, si sta valutando il tema della reciprocità non solo con la Francia, lo si sta immaginando anche con la Spagna, con la possibilità del tampone in entrata e in uscita. Credo che questa possa essere una scelta che tutela”, dice la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa a ‘Rai News24’.

“CONTROLLO ATTENTO FOCOLAI PERCHE’ NON DIVENTINO INCENDI”

“L’elemento più confortante è che siamo attrezzati e sappiamo affrontare il problema, perciò c’è discreta certezza di poter gestire le cose in modo più efficace e con risultati migliori del passato”, dice ancora Sandra Zampa facendo il punto della situazione Covid sottolinea che “c’è un controllo molto attento dei focolai, bisogna fare in modo che non diventino incendi, quindi interventi tempestivi”.

“APPELLO A SCARICARE IMMUNI, TUTELANTE PER LA SALUTE”

“Rivolgo un appello a scaricare Immuni: cosa vi costa e ricordo che serve a voi prima di tutto, è tutelante per la propria salute”, dice Zampa a ‘Rai News24’, osservando che poi bisogna mantenere “comportamenti virtuosi”.

“CERTA CHE INSEGNANTI DARANNO RISPOSTA POSITIVA SUI TEST”

“Abbiamo rivolto un invito ad aderire volontariamente al test, ci aspettiamo, ne sono certa, che gli insegnati italiani daranno una risposta positiva, a tutela loro e delle loro classi”, afferma la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa. E conclude: “Chiediamo a tutti lo sforzo di rispettare le regole, sono sicura che sapremo dare una buona prova”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»