Sanità, Grillo: “In parlamento subito una legge contro le aggressioni ai medici”

Per il ministro della Salute uscente servono quindi "regole nuove per la sicurezza nelle corsie e negli ambulatori"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Dobbiamo riprendere subito il lavoro in Parlamento per approvare la legge contro le aggressioni agli operatori della sanità”. Lo scrive su Facebook il ministro della Salute uscente, Giulia Grillo. “La sanità non è un campo di battaglia- prosegue- e questo problema non deve essere sottovalutato perché la sicurezza nei luoghi di cura riguarda tutti noi. Questo malcostume ingiustificabile deve finire”.

LEGGI ANCHE: Aggressioni ai medici, Magi (Sumai) al nuovo governo: “Serve una legge antiviolenza”

Ogni cura, secondo Grillo, inizia “dal rapporto di fiducia tra paziente e operatore- sottolinea- un’alleanza che dobbiamo riportare al centro del sistema sanitario. E ricordiamo sempre che i lavoratori della sanità sono impegnati giorno e notte nell’assistenza di tutti i cittadini, spesso con turni massacranti”.

Per il ministro della Salute uscente servono quindi “regole nuove per la sicurezza nelle corsie e negli ambulatori. Facciamo presto per il bene dei nostri lavoratori e dei pazienti. Solidarietà a tutte le vittime. Il Servizio sanitario nazionale siamo noi”, conclude.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

29 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»