Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Perù, Castillo giura: “Sarò presidente per i popoli oppressi”

castillo perù
Il candidato della sinistra è stato eletto superando di poche decine di migliaia di voti la conservatrice Keiko Fujimori
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Combattere la corruzione e difendere i “popoli oppressi” sono le prime promesse fatte da Pedro Castillo, ex maestro di scuola eletto capo di Stato del Perù, durante la cerimonia di giuramento che si è tenuta ieri. Per l’occasione, il neo-presidente ha indossato un abito andino nero e il cappello bianco divenuto ormai una sua caratteristica distintiva.

“Giuro davanti al popolo del Perù che mi impegnerò per un Paese senza corruzione e per una nuova Costituzione” ha detto Castillo.

Cinquantuno anni, candidato del Partido Político Nacional Perú Libre, il neo-presidente è stato eletto superando di poche decine di migliaia di voti Keiko Fujimori, conservatrice, figlia dell’ex presidente Alberto Fujimori.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»